Gianluca Vacca nuovo capogruppo della categoria degli agenti e rappresentanti di commercio

ALBA  Gianluca Vacca, 55 anni, agente di commercio di Neive da anni nel settore dell’arredamento, è il nuovo capogruppo della categoria degli agenti e rappresentanti di commercio dell’Associazione commercianti albesi. La sua elezione è avvenuta sabato 3 ottobre al termine del convegno “Agenti di Commercio: quale futuro?” organizzato dal sindacato territoriale Fnaarc di Alba, e che si è tenuto presso l’Aca.

Al convegno, cui hanno preso parte esponenti della categoria e il presidente provinciale Fnaarc Arcangelo Galante, con il contributo dei responsabili ed esperti dell’Aca Emiliana Albrito, Fulvio Taliano e Sergio Quintavalle, si è discusso di alcune delle principali tematiche di settore, quali le clausole di mandato di agenzia, le modalità di recesso e le indennità di fine mandato.

Uno spazio della mattina è stato dedicato al nuovo sportello di consulenza pensionistica e previdenziale dedicato alla categoria e presente presso gli uffici di piazza San Paolo 3.

A margine dell’incontro, alcuni addetti dell’Aca hanno fornito assistenza nelle operazioni di voto per le elezioni Enasarco, che si svolgono esclusivamente per mezzo di smartphone e che proseguiranno fino al 7 ottobre.

«Ringraziamo quanti hanno preso parte al convegno – dichiara il direttore dell’Aca Fabrizio Pace – un’opportunità unica di confronto, in cui esaminare alcuni degli aspetti che quotidianamente coinvolgono gli addetti ai lavori. Ringrazio e faccio gli auguri di buon lavoro anche al neo eletto rappresentante di categoria, che saprà essere portavoce delle istanze dei colleghi e sentinella sul territorio di preziose indicazioni utili a fornire la necessaria e sempre più efficace assistenza alla categoria».

«Ringrazio i colleghi della fiducia e l’Aca per l’organizzazione di un evento importante», ha dichiarato il neo rappresentante di categoria, Gianluca Vacca. «La condivisione delle problematiche consente di affrontare le situazioni, strutturali e contingenti, sapendo di poter contare su un supporto efficiente e celere in ogni situazione. Agenti e rappresentati sono stati fortemente colpiti dalle difficoltà operative generate dall’emergenza Covid-19. La crisi di liquidità ha sviluppato ulteriori necessità di supporto e assistenza. Le problematiche legate al sistema pensionistico di categoria e lo sviluppo di garanzie più accessibili per i giovani che si affacciano a questa professione con la possibilità di usufruire di investimenti concreti, sono argomenti che permettono di guardare ai prossimi mesi con maggior positività».