Giro 2021: Verbania, Borgomanero, Torino e Alba si candidano per una tappa

CICLISMO «Il Piemonte terra di ciclismo e Filippo Ganna suo ambasciatore in Italia e nel mondo. Grazie alle sue imprese e non soltanto, la Regione si candida a rivestire un ruolo di primo piano nel Giro d’Italia 2021. Faremo la nostra parte al fianco delle città che al momento hanno manifestato l’intenzione di ospitare una tappa e di quelle che probabilmente lo faranno prossimamente». Il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte, Alberto Preioni si schiera a favore della proposta dei sindaci di Verbania e Borgomanero di ospitare una tappa del prossimo Giro d’Italia e rivendica il valore dello sport, «un presidio per la salute e il benessere di tutti gli italiani».

«Complimenti a Ganna, campione di umiltà e generosità, che ha corso un Giro straordinario regalando emozioni ai suoi tifosi», aggiunge Preioni. «Ora il testimone passa nelle nostre mani: come gruppo Lega Salvini Piemonte e attraverso il nostro assessore allo sport, Fabrizio Ricca, ci attiveremo con la direzione della corsa per sostenere le candidature ufficiali, quelle di Verbania nel Vco di Borgomanero nel Novarese, e quelle che pare si stiano profilando all’orizzonte, ovvero Torino e Alba. Un traguardo, quello di portare il Giro in quattro città del Piemonte, che qualora raggiunto sarebbe importante per tutto il territorio regionale, soprattutto in un periodo storico caratterizzato dall’emergenza socio-sanitaria che sta creando grandi difficoltà anche al mondo dello sport, con società dilettantistiche di tutte le discipline che rischiano di non sopravvivere. Il gruppo Lega ci crede – conclude Preioni – ed è al lavoro perché queste opportunità diventino realtà».

Ansa