Oltre duemila nuovi casi, anche il Piemonte pensa al divieto notturno di spostamento

TORINO 2.032 nuovi casi di infezioni, numero più che raddoppiato rispetto al picco di aprile: il bollettino dell’Unità di crisi riporta valori sempre più alti per il Piemonte. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 12.665 tamponi. Con l’espandersi dell’epidemia anche il Piemonte pensa al coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino, vietando gli spostamenti se non per lavoro e urgenze. «Stiamo valutando il da farsi, decideremo entro stasera», dice il presidente Alberto Cirio a Un giorno da pecora, su Radio Uno.

In giornata si è tenuta una riunione della giunta con esperti e i direttori sanitari per verificare la tenuta degli ospedali. Previsti anche confronti con enti locali, prefetti e associazioni di categoria. In caso di coprifuoco, il provvedimento scatterebbe da lunedì.

Tutti i numeri

29.815 paziente guariti e  1.187 in via di guarigione

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.815 (+ 107 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3.630 (+12) Alessandria, 1.673 (+3) Asti, 934 (+1) Biella, 3.010 (+28) Cuneo, 2.837 (+33) Novara, 15.039 (+20) Torino, 1.425 (+3) Vercelli, 1.057 (+7) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 210 (+0) provenienti da altre regioni. Altri 1187 sono “in via di guarigione”.

I decessi sono 4.236

Nove decessi di persone positive al test del Covid-19 sono stati comunicati dall’Unità di crisi della Regione Piemonte, di cui uno verificatosi oggi (gli altri fanno parte di un dato di aggiornamento cumulativo che comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

Il totale è di 4.236 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 694 Alessandria, 258 Asti, 220 Biella, 405 Cuneo, 396 Novara, 1.859 Torino, 230 Vercelli, 133 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 41 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

La situazione dei contagi

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 51.700 (+ 2.032 rispetto a ieri) di cui 1.036 (51%) sono asintomatici.

Dei 2.032 casi: 628 screening, 817 contatti di caso, 587 con indagine in corso. Ambito: 293 Rsa/strutture socio-assistenziali, 273 scolastico, 1.466 popolazione generale. I casi importati sono 6.

La suddivisione complessiva su base provinciale diventa: 5.435 Alessandria, 2.671 Asti, 1.655 Biella, 6.037 Cuneo, 4.616 Novara, 26.869 Torino, 2.060 Vercelli, 1.528 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 386 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 443casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 84 (+5 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.362(+136 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 15.016.

I tamponi diagnostici finora processati sono 919.629 (+ 12.665), di cui 495.464risultati negativi.