Ritrovato nel Tanaro il corpo senza vita di Giovanni Calabrese

Tragico sgomento per famiglia dell’uomo che aveva dato l'allarme della sua scomparsa il 6 di ottobre

Esce per una passeggiata e scompare: a Priocca si cerca Giovanni Calabrese

NEIVE È purtroppo il corpo di  Giovanni Calabrese,  il 49enne scomparso lo scorso 6 ottobre dalla sua abitazione di Priocca, quello ritrovato cadavere nel pomeriggio di oggi nel fiume Tanaro.

A dare l’allarme del tragico ritrovamento, un signore che si trovava a passeggiare con il proprio cane lungo il fiume a poca distanza dal ponte sito tra Castagnito e Neive.

Ritrovato nel Tanaro il corpo senza vita di Giovanni Calabrese
Recupero salma nel Tanaro in località Neive

Sul posto per il recupero della salma sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Alba, insieme ai Carabinieri del Comando di Govone.

 

 

Giovanni Calabrese si era allontanato dalla sua abitazione di Priocca lo scorso 6 ottobre senza più dare notizie di sé, privo di portafogli e telefono cellulare, uscito di casa per fare la sua solita passeggiata.  La famiglia non vedendolo rientrare, aveva dato il via alle ricerche,  da parte dei Carabinieri, coadiuvati dalle squadre dei Vigili del Fuoco di Alba, Bra, Sommariva del Bosco e Asti.

Le ricerche dell’uomo, dipendente della Giordano Vini di Valle Talloria, sono state successivamente estese al territorio di Castellinaldo dove era stato visto tramite le telecamere  di sicurezza di un’azienda del paese. Era a piedi e si stava dirigendo verso Borbore, poi ancora un avvistamento sempre la sera stessa della scomparsa, questa volta da parte del sistema di sicurezza di un’azienda alle porte di Alba.

Alice Ferrero

 

 

 

Banner Gazzetta d'Alba