Completata la chiesa del nuovo ospedale di Verduno

NUOVO OSPEDALE È attiva per le celebrazioni liturgiche la cappella dedicata al beato Sebastiano Valfrè (definito L’eroe senz’armi durante l’assedio di Torino, nel 1707, quello in cui si ricordano le gesta di Pietro Micca) del nosocomio intitolato a Michele e Pietro Ferrero. Al lunedì e al venerdì, alle 7.30, si tengono le celebrazioni liturgiche con don Domenico Bertorello, che segue la parte spirituale nel nuovo ospedale con il diacono Giorgio Fissore.

Le pareti sono state dipinte dall’artista braidese Silvia Allocco. Le immagini dipinte esprimono grandi significati: al centro Gesù buon pastore che allarga le braccia per accogliere chi entra e sullo sfondo c’è la croce. Da un lato ci sono alcuni santi locali o conosciuti: il Cottolengo, Madre Teresa, don Alberione. Dall’altro c’è Maria, invocata per la salute degli infermi come nella tradizione delle Litanie Lauretane.

Ora sono arrivati anche gli arredi e quindi lo spazio dedicato allo spirito è davvero pronto ed accogliente. La cappella invita alla meditazione, non è dispersiva e anche la luminosità dei dipinti conduce lo sguardo alla riflessione e alla preghiera.

Lino Ferrero