Inps, il deficit è sotto controllo e le prestazioni non sono a rischio

PREVIDENZA «L’emergenza Covid ha richiesto da inizio anno risposte straordinarie, che hanno impegnato l’Inps in attività di sostegno al Paese che non hanno precedenti. L’equilibrio dei conti dell’Istituto non è in discussione e ogni aggravio generato dall’eccezionalità del periodo viene costantemente monitorato e ha garanzia di copertura nel complessivo controllo dei conti pubblici e nelle manovre di Governo e Parlamento». Lo scrive l’Inps in una nota.

Il 2020 potrebbe chiudersi per l’ente previdenziale con un disavanzo di 28 miliardi, due in più di quelli previsti da un recente assestamento approvato in autunno.

«Il deficit particolare di questo anno, che segue un 2019 dai conti in attivo, non mette a rischio nè le future prestazioni nè la validità delle misure a sostegno di cittadini e imprese» precisa l’Inps.

Ansa