Revisori e produttori di macchine agricole donano 5mila euro per sostenere chi è in difficoltà

CUNEO Arproma, l’associazione che raduna revisori e produttori di macchine agricole devolve 5mila euro a Confartigianato Cuneo Onlus, la no-profit nata in seno a Confartigianato per aiutare chi è in difficoltà. Luca Crosetto, presidente di Arproma sottolinea che cli associati vogliono così dare «un segnale concreto di vicinanza a chi, in questo momento non facile, ha bisogno di supporto e aiuto. Non solamente un sostegno dal punto di vista economico, ma un modo per infondere un po’ di speranza».

Luca Crosetto presidente di Arproma

«Essere imprenditori e artigiani racchiude in sé molti significati pregnanti e valori fondamentali: uno di questi è il sentimento della solidarietà verso chi necessita di aiuto», aggiunge il presidente Crosetto. «Come Arproma ci siamo sentiti in dovere, verso il territorio piemontese e il collegato tessuto sociale, di compiere un piccolo gesto di fratellanza».

«L’associazione Confartigianato Cuneo Onlus – spiega la presidente Daniela Minetti – rappresenta un anello forte della catena di solidarietà che in questi anni ha attivato Confartigianato per dare sostegno a persone e famiglie bisognose. La Onlus riceve sostegno attraverso il 5 per mille (codice fiscale 96077150041) e attraverso donazioni liberali. Nel 2019, per esempio, abbiamo raccolto e ridistribuito oltre 20 mila euro attraverso numerose attività solidaristiche. Ringraziamo Arproma per l’importante donazione. Ora individueremo le forme più consone per destinare il prezioso contributo».

Daniela Minetti presidente di Confartigianato Cuneo Onlus

«Oltre alla nostra donazione – conclude Crosetto – avvieremo una campagna di raccolta fondi destinata a tutti gli imprenditori della meccanizzazione agricola, associati e non. Chi volesse aiutarci con un piccolo contributo può effettuare una erogazione liberale direttamente sul conto della Confartigianato Cuneo Onlus IT29R0311110201000000032461 con causale “Donazione pro Confartigianato Cuneo Onlus – Arproma” entro il 15 dicembre».