Alla Residenza di Rodello le prime dosi di vaccino anti Covid

A RODELLO sarà La Residenza la prima struttura per anziani in Langa a ricevere le prime 70 dosi del vaccino anti Covid domenica 27 dicembre, dichiarato V-day dall’Unione europea. Complessivamente in Piemonte arriveranno 910 dosi della Pfizer/Biontech. Saranno recapitate  all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino dalle Forze armate, incaricate del trasporto dallo Spallanzani di Roma, eletto a punto nazionale di concentrazione. Il prodotto sarà distribuito in Cryo-box e insieme al vaccino è prevista anche la consegna dei materiali per la somministrazione (siringhe, aghi e diluenti).

Il personale dell’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, punto di concentrazione della Regione Piemonte, entro le ore 9, provvederà alla suddivisione delle quantità assegnate ai dieci punti individuati da cui partirà simbolicamente la campagna vaccinale e dove le fiale verranno consegnate dalla Protezione civile regionale: a Torino l’Amedeo di Savoia (210 dosi), il San Giovanni Bosco (80), la Città della Salute (80) e il Mauriziano (80); a Cuneo il Croce e Carle (80); a Novara il Maggiore della carità  (80); ad Alessandria al Santissimi Antonio, Biagio e Cesare Arrigo (80); alla casa di riposo Città di Asti (70); all’Istituto Gaudenzio De Pagave di Novara (70); alla Residenza di Rodello (70). Subito dopo averle ricevute, i dieci centri dovranno provvedere immediatamente all’inoculazione, che vedrà impegnati circa 130 operatori, tra medici, infermieri, oss e personale amministrativo.