Il programma natalizio dei mercati: edizione speciale domenica 20 ma niente banchi sabato 26

ALBA Dopo innumerevoli spostamenti, sembra che la soluzione di corso Italia per il mercato del sabato mattina abbia trovato l’accordo di tutti: amministrazione comunale, ambulanti e cittadini. Lo dice Antonio Delpiano, rappresentante degli ambulanti di piazza Risorgimento, che prima erano stati spostati in piazza Prunotto, con risultati insufficienti dal punto di vista delle vendite: «Corso Italia è la soluzione che abbiamo richiesto fin dall’inizio e direi che il risultato è soddisfacente: c’è stata una buona affluenza di persone, che sembrano aver apprezzato la disposizione».

Il tema è stato affrontato anche dalla quarta commissione consiliare permanente di lunedì scorso, dove la minoranza è tornata a ribadire «l’importanza di non rinunciare a portare i banchi non alimentari nel centro storico, appena sarà possibile, perché il mercato del sabato di Alba è da sempre apprezzato per la sua comodità e la vicinanza tra tutte le aeree mercatali, cosa che a oggi non c’è», ha precisato il consigliere di Uniti per Alba e ex assessore Alberto Gatto.

Dal canto suo, la maggioranza, come ha risposto il presidente del Consiglio comunale Domenico Boeri, «ha tutte le intenzione di riportare i banchi in via Maestra, piazza Duomo e via Cavour, ma per ora non sussistono le condizioni di sicurezza». Un assaggio dei banchi in centro si avrà il 20 dicembre, in piazza San Francesco e piazza Garibaldi, per il mercato straordinario che la città organizza ogni anno prima di Natale. Spiega l’assessore al commercio Marco Marcarino: «Si tratta del mercato non alimentare che ogni anno si tiene nei giorni precedenti al 25 dicembre, con 20 banchi: si tratta di una realtà molto ridotta, per la quale è facile garantire spazi e sicurezza. Come ogni anno, i posti verranno distribuiti in base alla graduatoria relativa alla partecipazione al mercato negli anni scorsi, unita all’anzianità di iscrizione alla Camera di commercio. È stata invece respinta la richiesta degli ambulanti di corso Italia di organizzare mercati straordinari nelle loro nuove postazioni, prima di Natale: «Abbiamo ricevuto richieste, ma oggi non siamo ancora nelle condizioni di concedere ulteriori mercati».

Il mercato del sabato salterà invece sabato 26 dicembre, perché, secondo il vigente regolamento comunale del commercio delle aree pubbliche, si tratta di uno dei giorni festivi in cui non sono ammessi mercati.

Francesca Pinaffo