Alla Protezione civile di Monforte servono più volontari

MONFORTE Il gruppo di Protezione civile cerca nuovi volontari. Il 2020 è stato un anno impegnativo. Alle consuete attività si sono aggiunte le mansioni richieste dalla situazione di emergenza sanitaria, soprattutto il servizio d’ordine in occasione del mercato, della riapertura delle scuole a settembre e delle manifestazioni all’auditorium Horszowski, nonché la consegna a domicilio di alimentari ai cittadini e di dispositivi di protezione alla casa di riposo. Le attività straordinarie causate dalla pandemia non hanno fermato i lavori periodici di pulizia del territorio, resi necessari dai persistenti episodi di inciviltà e abbandono rifiuti. Sono stati due gli interventi effettuati: uno a primavera rivolto alle strade e il secondo a settembre, nelle aree verdi adiacenti alle scuole. Sono anche state dedicate tre giornate alla pulizia e alla messa in sicurezza di oltre centro metri del rio Bussia, in prossimità del piccolo ponte che conduce a Barolo.

Il gruppo ha anche ridipinto i muri del cimitero, lavato i marciapiedi sotto i portici di via Garibaldi e garantito il servizio d’ordine per il Gran Piemonte di ciclismo, che ha attraversato il paese ad agosto, oltre ad aver supportato le Forze dell’ordine in occasione del tragico incidente verificatosi in piazza a settembre. In occasione dell’alluvione di inizio ottobre, molti membri del gruppo sono intervenuti a Limone Piemonte, Ceva, Garessio e Priola. Il direttivo è guidato dal presidente Gianpiero Mayer, affiancato dal vice Antonio Boggione, dalla segretaria Stefania Miozzo, dal tesoriere Stefania Viberti e dal consigliere tecnico Ugo Botto. Chi desidera entrare a far parte del gruppo può telefonare ai numeri 346-12.53.608 o 338-56.29.007 oppure scrivere una mail a protezionecivile.monforte@gmail.com.

Elisa Pira