Nucleare, Ruffino (FI): da Carmagnola protesta forte e responsabile

NUCLEARE Centinaia di  trattori, tutte macchine straordinarie per potenza e funzionalità, si sono messi ordinatamente in fila nelle terre del carmagnolese, vero scrigno della migliore agricoltura di qualità, per far sentire la loro voce fino a Roma e fin dentro il governo che deve individuare il sito dove costruire il deposito nazionale delle scorie nucleari. Carmagnola e le sue splendide campagne, ricche di colture tipiche e di alta specializzazione, ha rinnovato il suo No. Presenti con decine di amministratori, sindaci e soprattutto imprenditori agricoli e lavoratori, il carmagnolese ha ribadito con forza le ragioni per salvaguardare tutta l’area dalla costruzione di un sito che avrebbe un impatto devastante in termini ambientali, ma anche economici e sociali.

Spiega Daniela Ruffino, parlamentare di Forza Italia: «Gli agricoltori mi hanno rinnovato l’appello a perseverare nella battaglia che ho condotto in Parlamento, con il risultato di ottenere una proroga dei termini per la valutazione del progetto da parte di sindaci e amministratori. Questo è solo il primo passo di una strada ancora lunga, ma la compattezza mostrata dalle persone confluite per la manifestazione ordinata e colorata è il miglior viatico per condurre in porto la salvaguardia del nostro territorio. Migliaia di famiglie e di imprese agricole sono una ricchezza inestimabile che nessun risarcimento potrà mai compensare. Rinnoverò all’ottava Commissione della Camera la mia battaglia a tutela del lavoro e del territorio di Carmagnola».