Accordo tra Banca d’Alba, Comune e Aca per prorogare i finanziamenti alle imprese locali

ALBA Il protrarsi dell’emergenza legata al Covid-19 implica la necessità di nuove azioni a favore delle imprese colpite dalla crisi di liquidità a seguito dei mancati incassi. Fin dai primi giorni di aprile 2020, da una forte unità d’intenti rivolta a sostenere le attività economiche in questo difficile frangente è scaturito l’accordo tra Banca d’Alba, Associazione commercianti albesi e Comune di Alba che ha portato a erogare un finanziamento speciale a condizioni estremamente favorevoli con il programma Finalità liquidità, al quale hanno aderito molte aziende di Alba e del territorio. Nello specifico, sono oltre 200 i finanziamenti connessi alla convenzione, per un controvalore complessivo di 8.850.000 euro.

Per le imprese aderenti al finanziamento, i soggetti artefici della convenzione hanno determinato di estendere ulteriormente i tempi di restituzione: Banca d’Alba ha espresso la propria disponibilità a valutare eventuali richieste di proroga del pagamento delle rate del mutuo che già erano state differite di 9 mesi rispetto alla data di erogazione.

Tale nuova proroga potrà essere richiesta per una durata massima di 6 mesi dalla data inizialmente prevista per l’avvio del pagamento e la domanda dovrà essere presentata entro il 28 febbraio 2021 dal titolare del finanziamento presso la propria filiale di Banca d’Alba.

La firma dell’accordo da parte del presidente di Banca d’Alba, Tino Cornaglia, del sindaco di Alba Carlo Bo e del presidente dell’Associazione commercianti albesi, Giuliano Viglione.

«Sosteniamo il nostro territorio da sempre – commenta il presidente di Banca d’Alba, Tino Cornaglia – e intendiamo intensificare i nostri sforzi a favore delle imprese locali in questo periodo particolarmente complicato. Pertanto siamo lieti di rinsaldare questo patto congiunto di sostegno ai commercianti per andare avanti coesi. Unità di intenti e lavoro di squadra sono da sempre la vera forza di questo territorio».

«Insieme abbiamo messo in campo questo progetto durante la pandemia per dare una boccata d’ossigeno alle nostre attività e supportare la ripresa economica del territorio. Una proposta apprezzata visto che oltre 200 realtà locali hanno attivato il finanziamento per un importo complessivo di circa 9 milioni di euro», dichiara il sindaco di Alba Carlo Bo. «L’emergenza, però, non è finita e l’iniziativa prosegue tuttora, oggi ulteriormente implementata grazie alla possibilità di prorogare le rate di altri 6 mesi».

Per il presidente dell’Associazione commercianti albesi, Giuliano Viglione, «l’accordo con Banca d’Alba e con il Comune di Alba ha dato buoni frutti ed è giusto proseguire nel supporto alle attività che hanno risentito della situazione creata dal Covid-19. L’obiettivo è fare in modo che, passata la tempesta, il tessuto imprenditoriale di Alba e del territorio abbia subito i minori danni possibili».