Crowdfunding:  dieci progetti raccolgono 82 mila euro e la Crc ne aggiunge altri 50mila

CUNEO Le campagne di crowdfunding inserite nel progetto lanciato dalla fondazione Crc in collaborazione con la Rete del dono hanno raccolto in totale 82.626 euro, grazie a 1.134 donazioni. A questi, l’ente aggiunge 50mila euro come bonus per i promotori delle campagne che hanno saputo centrare l’obiettivo di raccolta prefissato.

Roberto Cavallo, Keep clean and run

Il progetto preferito è stato Keep clean and run for peace, docufilm dell’Associazione internazionale per la comunicazione ambientale, che ha raccolto 15.936 euro mentre A cavallo di un sogno promosso da Sportabili Alba ha raccolto 11.313 euro. Seguono: Suono per te, 10.432 euro; #Insieme, 7.752 euro;

Riportiamo il cinema a Racconigi, 7.561 euro; Smart visit per tutti, 6.500 euro; Hackability, 6.483 euro;  Vivolibro.it promosso da fondazione Bottari Lattes 6.339 euro;  Pallavoliste in forma, 5.268 euro;  Deve pur esserci un’uscita, promosso dalla Collina degli elfi, 5.042 euro.

È possibile scoprire i dieci progetti che hanno preso parte all’iniziativa sul sito di Rete del dono alla pagina https://www.retedeldono.it/it/fcrccrowdfunding2020. Alcune organizzazioni proseguiranno, anche nelle prossime settimane, le campagne di crowdfunding sul sito di Rete del dono, con l’obiettivo di raccogliere ulteriori risorse utili per ampliare i progetti.

«Siamo davvero soddisfatti dei risultati ottenuti con questa prima edizione del progetto Crowdfunding, promosso in via sperimentale a cavallo tra il 2020 e il 2021. L’importo raccolto dai 10 progetti selezionati testimonia l’importanza della partecipazione delle comunità su iniziative così significative e la necessità di rafforzare le competenze del terzo settore, obiettivo che abbiamo potuto centrare anche grazie alla collaborazione con Rete del dono, partner tecnico di questa iniziativa», commenta Giandomenico Genta, presidente della fondazione Crc. «Alla luce di questi esiti, stiamo già lavorando alla nuova edizione del progetto Crowdfunding che, come previsto dal programma operativo deliberato la scorsa settimana, verrà promossa nel 2021 con elementi innovativi e nuove risorse».

«Il percorso di crowdfunding costruito con la fondazione Crc nasce per avvicinare le organizzazioni del territorio al digitale, quale importante connettore e strumento di coinvolgimento delle comunità», spiega Valeria Vitali, cofondatrice di Rete del dono. «A tal fine abbiamo affiancato un percorso di capacity building volto a potenziare le loro competenze digitali e avvicinarle alla progettazione di una campagna in un’ottica di sostenibilità. La natura progettuale del crowdfunding ben si adatta alla realizzazione di progetti disegnati per la comunità, proprio perché ha il potere di coinvolgerle e aggregarle attivando processi di coinvolgimento partecipativo dal basso, in un’ottica di cittadinanza attiva e responsabilità sociale. Ora siamo pronti per lavorare sulla prossima edizione, che si prospetta ricca di nuove sfide».

Rete del dono, che nel 2021 compie 10 anni, è la piattaforma leader in Italia per l’ideazione e lo sviluppo di campagne di raccolta fondi online. Nasce con l’intento di aiutare il singolo individuo, gli enti territoriali e le aziende a dare forma al proprio impegno solidale, dalla scelta dell’organizzazione non profit alla definizione della campagna di raccolta fondi.