Terzo ponte di Alba sul fiume Tanaro, via libera dal Consiglio provinciale

ALBA Via libera alla convenzione tra la Provincia di Cuneo e il Comune di Alba per il cosiddetto terzo ponte sul fiume Tanaro. Il Consiglio provinciale, presieduto da Federico Borgna e che si è riunito lunedì 8 febbraio in videoconferenza, ha approvato all’unanimità lo schema di convenzione per la progettazione e la realizzazione della variante Est di Alba per il collegamento tra la strada regionale per Cortemilia-Savona e la tangenziale per Asti-Cuneo-Torino.

L’argomento è stato illustrato dal consigliere provinciale Massimo Antoniotti che ha parlato di un momento storico, ringraziando il presidente Borgna, il sindaco di Alba, Carlo Bo, e tutti gli uffici tecnici e amministrativi della Provincia e del Comune per il lavoro svolto. «Finalmente», ha detto Antoniotti, «prende vita questo progetto iniziato con la legge di bilancio del 2005 che attribuiva alla Provincia di Cuneo un finanziamento di circa 27 milioni di euro con quattro interventi di completamento dell’autostrada Asti-Cuneo, tra cui appunto il terzo ponte di Alba. Sarà uno svincolo importantissimo per la viabilità cittadina perché toglierà il traffico pesante e leggero dal centro di Alba e, ancora più importante, perché rappresenterà un collegamento veloce dal territorio delle Langhe al nuovo ospedale di Verduno».

La convenzione servirà a legittimare il Comune di Alba a reperire ulteriori finanziamenti necessari per coprire il progetto preliminare del 2009 finanziato al momento soltanto per 12 milioni di euro, cifra che oggi andrà aggiornata e che potrebbe variare tra i 28 e i 31 milioni di euro se il progetto dovesse rimanere quello del 2009. L’accordo dà comunque il via a tutto l’iter provinciale che sarà a carico della Provincia di Cuneo e che porterà alla definizione del costo preciso dell’opera.

I lavori sono proseguiti con l’approvazione all’unanimità la regolarizzazione del tracciato stradale nel comune di Trezzo Tinella lungo la strada provinciale 230 (tronco 1 Treiso-Mompiano Manera) attraverso passaggi di proprietà di reliquati stradali tra la Provincia di Cuneo e la società Gaja di Barbaresco. Il Consiglio provinciale dell’8 febbraio ha approvato anche alcune variazioni di bilancio per recepire contributi previsti sulla ricostruzione post alluvionale e la conseguente variazione al programma pluriennale dei lavori pubblici. Unanimità anche per il nuovo regolamento provinciale per l’esercizio della pesca nelle acque soggette a diritti demaniali esclusivi a diretta gestione della Provincia di Cuneo.

Via libera anche allo schema di convenzione Educativa buone prassi di comportamento per emergenza sanitaria Covid-19 che prevede un progetto di formazione e prevenzione sanitaria per i ragazzi delle scuole superiori nella fase del trasporto pubblico e l’ingresso a scuola. La Provincia di Cuneo s’impegna a cofinanziare, per i Comuni che sono sede di scuole superiori e con un criterio perequato in base al numero di studenti presenti, progetti di buone prassi di comportamento in materia Covid-19.