A Sommariva Perno e Montà l’energia sarà sostenibile

AMBIENTE Arrivano segnali significativi dal Roero per la lotta all’emergenza climatica. Sommariva Perno si presta a redigere un Paesc (Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima), un obiettivo importante con il quale i Comuni si impegnano a ridurre del 40% entro il 2030 le emissioni di Co2. Il sindaco di Sommariva Perno Walter Cornero e i colleghi di Montà e di Lisio, nel Monregalese, procederanno alla redazione del piano con il supporto di professionisti. La prima fase prevede un monitoraggio che consentirà di individuare i settori su cui intervenire, un’analisi climatica e una della vulnerabilità e dei rischi del territorio in relazione ai cambiamenti climatici. La seconda fase consiste nella stesura del piano di intervento per raggiungere gli obiettivi prefissati. Per sostenere le spese di progettazione, l’Amministrazione sommarivese, in convenzione con gli altri due Comuni, parteciperà al bando Smart e green economy, promosso dalla fondazione Crc, che consente di finanziare l’80% della spesa. La parte rimanente sarà a carico delle Amministrazioni.

Spiega il sindaco di Montà Andrea Cauda: «Già nel 2016 il Comune aveva approvato la redazione del Paes (Piano d’azione per l’energia sostenibile). Oggi grazie al sostegno richiesto alla fondazione Crc possiamo dotarci del Paesc. Averlo significa avere la patente per poter attingere a tutti quegli aiuti, sia per il pubblico ma anche per i privati e le aziende, atti a ridurre le emissioni». Il piano fornisce alle Amministrazioni l’opportunità di impegnarsi nella lotta al cambiamento climatico attraverso la mobilità pulita, la riqualificazione energetica di edifici e la sensibilizzazione dei cittadini. I tre Comuni, una volta elaborato e approvato il piano, si impegneranno a rispettarlo sino al 2030.

Federico Tubiello, Giorgio Babbiotti