Iniziati i restauri della cupola nella chiesa della Madonnina a Pollenzo

POLLENZO Avviati i lavori per la sistemazione della cupola nella chiesa della Madonnina a Pollenzo. I tecnici della ditta Di Piazza di Narzole stanno operando sulla base del progetto redatto dall’architetto Ivana Boglietti, che si è spesso occupata di questo edificio.

La seicentesca chiesa di Santa Maria del Miglio, meglio conosciuta come chiesa della Madonnina, già sede della confraternita dei Disciplinanti di san Bernardino, è di proprietà della parrocchia di San Vittore, che ha sottoscritto con il Comune un contratto di comodato d’uso gratuito quarantennale. Commentano l’assessore ai lavori pubblici Luciano Messa e il consigliere comunale della frazione Livio Astegiano: «Grazie alla manodopera dei frazionisti e al Comune, che ha sempre fornito i materiali necessari per la manutenzione ordinaria, abbiamo più volte ripulito l’interno, spesso visitato anche da bande di ragazzi che riuscivano a intrufolarsi dentro l’edificio, a volte accendendo anche il fuoco. L’interno della chiesa sconsacrata è un cantiere aperto. Ma se non si fosse intervenuti sul tetto, grazie alla presenza del ponteggio interno, e sulla cupola, molto esposta agli agenti atmosferici, si sarebbe davvero rischiato di far peggiorare le cose. La Compagnia di San Paolo si è subito dimostrata sensibile alla nostra richiesta, finanziandoci con 65mila euro». Conclude Messa: «Sappiamo che c’è molto interesse, verso questo immobile, da parte di Slow Food e dell’Università di scienze gastronomiche pollentina, che vorrebbero realizzare al suo interno una biblioteca, accessibile a tutti, oppure un centro di documentazione sulla ricchissima storia di Pollenzo».

v.m.