L’Ail di Cuneo lancia il passaparola per la raccolta fondi con le uova di Pasqua

CUNEO A causa della pandemia i volontari non possono essere in piazza per la campagna di raccolta fondi dell’Ail, Associazione italiana contro le leucemie, ma le uova di Pasqua di cioccolato saranno comunque reperibili nei punti di distribuzione dislocati nei principali centri della provincia di Cuneo (Cuneo, Alba, Bra, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano) a cui si aggiungono alcuni depositi anche per le zona di Langa, Roero e Cebano. Un metodo che Ail Cuneo sezione Paolo Rubino ha già sperimentato con successo durante le ultime festività natalizie quando le stelle di Natale vennero convertite in un cioccolatini distribuiti sul territorio a chi ne ha fatto richiesta.

Per informazioni e prenotazioni si può telefonare ai numeri 0171-69.52.94 o 370-34.05.038 (anche Whatsapp) o scrivere una mail all’indirizzo info@ail.cuneo.it.

Le uova di Pasqua Ail sono da 400 grammi di cioccolato al latte o fondente, prodotte da Appendino Prelac di Cervere e offerte a 12 euro l’una a fronte di un costo di circa 4 euro.

«Chiediamo alle persone di darci una mano, di diventare ambasciatori Ail anche senza scendere in piazza»,  dice Elsa Morra, presidente dell’Ail Cuneo. «Ciascuno può fare il passaparola tra parenti e conoscenti, adottando una o più scatole da 8 uova, oppure accogliendole nei propri esercizi commerciali; per ora ci stanno aiutando questi negozi: erboristeria Bolle di sapone (via Giolitti 5, Dronero); Miosotis fiori (via Roma 19, Dronero); Lava stira lampo (via Roma 180, Caraglio); Enrico Cattaneo fotografo (piazza Umberto I 3, Trinità); Stefania Dobrin fotografa (via Bava San Paolo 43, Fossano); Valeria Fiori (via Mandelli, Alba). Ricordiamo che l’uovo Ail non si vende, ma serve a partecipare a un grande progetto condiviso: quello di sconfiggere i tumori del sangue».