A Baldissero si cercano fondi per sistemare il palco nei boschi

BALDISSERO Quattro anni fa Simone Dionese ha voluto fare una scommessa: attrezzare un pezzo di bosco di sua proprietà vicino a casa e lasciarlo aperto al pubblico. Due altalene e un palco a disposizione e nessuna regola scritta. Solo la voglia di godere della natura. La risposta non si è fatta attendere: il bosco ha conosciuto una frequentazione senza precedenti e i commenti ricevuti sono stati tutti positivi.

«I bimbi che chiedono di andare a passare ore intrattenuti dalle altalene e dalla natura sono solo una delle ragioni che spingono le persone a tornarci», racconta Simone. Il palco di 64 metri quadrati nel bosco ha anche ospitato spettacoli teatrali ed eventi musicali. «Con un gruppo di compaesani siamo riusciti a organizzare qualche serata piacevolmente riuscita, nella quale il protagonista principale era proprio il posto in cui eravamo», prosegue Simone. Ora, però, il palco ha bisogno di manutenzione. Alcune travi hanno ceduto e bisogna sostituirle. «Avevo pensato di rattoppare dove serve e cercare di cavarmela con poco. Si può fare, ma richiederebbe una continua manutenzione. Allora mi sono detto: e se unissimo le forze? Potremmo ricostruirlo completamente in legno di castagno, bello e molto più duraturo di quello attuale», racconta Dionese.

Si tratterebbe, in sostanza, di acquistare le travi inferiori e le assi. Per questo è stata lanciata la raccolta fondi “Ripristiniamo il palco nel bosco” sul sito pro duzionidalbasso.com. Mancano poche settimane al termine della campagna. «Finanziare il palco diventa un modo concreto per sentirsi parte di quell’ambiente e viverlo a fondo. Il risultato di questa collaborazione porterà a vivere il posto non più come spettatore, ma come parte integrante di una visione comune», conclude Dionese.

Maurizio Bongioanni