Creatività a scuola: il concorso Fila premia Neive e Treiso

SCUOLA Ci sono anche l’istituto comprensivo Piccinelli di Neive e la primaria di Treiso-Barbaresco tra i vincitori del premio Giotto la matita delle idee indetto dalla Fila, Fabbrica italiana lapis ed affini per supportare e dar voce alla creatività.

Nell’arte ci sono anch’io …1, 10, 100 di noi della scuola di Neive

Tra i cento lavori premiati in tutta Italia la giuria ha scelto tra i premi nazionali Nell’arte ci sono anch’io …1, 10, 100 di noi della 3 A (insegnante Paola Graniero) di Neive e tra i premi regionali Colline e un sogno, classe terza della scuola primaria Treiso-Barbaresco (insegnante Elena Scanavino) che si aggiudicano una fornitura completa di prodotti Fila : colori e album Giotto per i più piccoli, Lyra e carte Canson per le scuole secondarie di primo grado assieme a due libri firmati Fabbri editori.

Colline e un sogno della scuola Treiso-Barbaresco

In una nota Fila sottolinea che al concorso hanno partecipato «elaborati ricchi di talento, dal punto di vista tecnico e progettuale. Opere che sottolineano il grande impego degli insegnanti, capaci di orchestrare, in quest’edizione più che mai, il lavoro di bambini e ragazzi tra casa e scuola, guidandoli in un percorso conoscitivo ed espressivo intensissimo. I concorsi, diversificati a seconda del ciclo scolastico, hanno accompagnato i partecipanti verso la stessa strada sotto la traccia Cento di questi anni, 100 anni di innovazione, 100 anni di pensiero creativo, 100 anni di rivoluzioni artistiche: sperimentare e contaminare con la libera espressione degli studenti, i linguaggi che l’arte dell’ultimo secolo ci ha regalato attraverso i colori, gli accostamenti, le forme, le tecniche e le azioni».