Laboratorio di archeologia e visite guidate al parco Alpi marittime di Valdieri

Alcuni partecipanti al laboratorio La forma dell'argilla.

ARCHEOLOGIA Come si facevano i vasi nella preistoria? Bambini e ragazzi potranno scoprirlo e sperimentarlo mercoledì 2 giugno, alle 14.30, al parco archeologico di Valdieri. Con il laboratorio La forma dell’argilla, sotto la guida delle archeologhe dell’associazione Mediares, i giovani si cimenteranno nelle tecniche artigianali del passato, impastando, manipolando terra, sabbia, acqua e trasformando semplici elementi in un oggetto unico e diverso che ognuno porterà via con sé.

Sempre mercoledì 2, le aree protette Alpi Marittime in collaborazione con il Comune di Valdieri hanno organizzato due visite guidate al parco archeologico che comprende una necropoli, utilizzata nel periodo che va dall’età del Bronzo recente e finale e la media età del Ferro; una capanna con il tetto di paglia, fedele ricostruzione di un’abitazione dell’età del Bronzo recente, un forno per la cottura delle ceramiche e un sentiero tematico. Al termine, con una passeggiata di una ventina di minuti, i gruppi si trasferiranno al museo di Valdieri per vedere la mostra permanente Frammenti di storia. Vivere e morire in Valle Gesso 3.000 anni fa a cura della Sabap-al (Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio). Un’esposizione che raccoglie preziosi reperti provenienti dalla necropoli di Valdieri, dalle località Tetti Gaina, Terme di Valdieri, Desertetto, Entracque, Roaschia e Roccavione.

Le visite al Museo sono programmate alle 14.30 e alle 16. Le attività sono gratuite con prenotazione obbligatoria entro domani, martedì primo giugno, al numero di telefono 392-15.15.228. Le attività saranno riproposte sabato 3 luglio e e sabato  7 agosto.