Vaccini: il Piemonte apre a prenotazioni e iniezioni anche nelle farmacie

VACCINI Da mezzogiorno di lunedì (14 giugno) le vaccinazioni si potranno prenotare  in farmacia: le inoculazioni incominceranno, nei negozi, venerdì (18 giugno): l’avvenimento attua l’accordo firmato da Regione, Federfarma Piemonte e Assofarm. Più di 500 le farmacie coinvolte , dalle città ai piccoli centri, oltre 1000 i farmacisti somministreranno le dosi mentre le prenotazioni avverranno col sostegno di Federfarma. Le vaccinazioni sono aperte per quanti hanno fra i 18 e i 79 anni, a eccezione dei soggetti fragili: riceveranno il farmaco quanti non si sono ancora registrati su www.ilPiemontetivaccina.it, quanti sono in lista ma non hanno ancora un appuntamento, o dovrebbero attendere almeno 10 giorni per avere la prima dose.

Verrà utilizzato il farmaco Pfizer; si può riservare una data direttamente in farmacia (muniti di tessera santaria), o attraverso una sezione apposita del portale regionale di prenotazione: la ricerca del punto vendita più vicino si potrà fare anche attraverso codice di avviamento postale. Selezionato il punto vendita si aprirà l’agenda dell’esercizio con disponibilità e orari dell’appuntamento.

Spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità, Luigi Icardi: «Questa misura rappresenta un’altra concreta attuazione della nostra volontà di portare il vaccino alle persone nella maniera più capillare possibile». Massimo Mana, presidente di Federfarma Piemonte ha commentato, invece: «L’adesione alla campagna ha richiesto un grande lavoro di coordinamento dei 500 centri, diversi per dimensioni e capacità; lo stesso per il sistema di distribuzione del vaccino alle farmacie». Mario Corrado, coordinatore regionale di Assofarm, ha aggiunto: «Tutte i nostri negozi sono a disposizione delle istituzioni e dei cittadini per un servizio rispondente alle necessità di ognuno»