Punto della situazione campagna vaccinale, Asl Cn2

AGGIORNAMENTO ASL CN2 Alla data del 10 luglio le vaccinazioni eseguite presso le diverse sedi sul territorio della ASL Cuneo 2 sono state:

Prime dosi a persone diverse:  100.567, che corrispondono al 68.54% della popolazione vaccinabile residente della ASL.

Seconde dosi a persone diverse: 57.373, che corrispondono a una parte delle precedenti ed al 39,10% della popolazione vaccinabile residente nella ASL. In realtà le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono di più, perché alcune delle persone che hanno ricevuto la prima dose non ne riceveranno una seconda.

Se si considerano le persone che sono state vaccinate con Vaccino Johnson & Johnson la percentuale di soggetti che hanno “completato” il ciclo vaccinale sale al 40.63%

Se si considerano anche le persone che hanno superato la COVID e che dovrebbero comunque avere una protezione anticorpale, la percentuale di soggetti coperti sale al 44.38%

Le dosi totali somministrate sono quindi 157.940 (tra prime e seconde dosi)

Nelle ultime settimane si è verificata una sensibile riduzione della quantità di dosi consegnate (il calo di fornitura è soprattutto a carico del vaccino Pfizer). Ogni giorno vengono somministrate complessivamente ed in media un po’ meno di 1500 dosi di vaccini: le dosi sono ora prevalentemente riservate al completamento del ciclo vaccinale dei soggetti che hanno già ricevuto la prima somministrazione, il che rende ragione del recente aumento della percentuale dei soggetti con ciclo vaccinale completo.

La ASL Mantiene comunque la politica di non conservare “scorte” di vaccini, a parte i vaccini a “vettore virael” (AZ e J&J) che non hanno più molte indicazioni e sono mal accettate dalla popolazione.

I Centri vaccinali attivati al momento sono

  • Presidio Ospedaliero di Verduno
  • Casa della Salute di Alba
  • Casa della Salute di Bra
  • Casa della Salute di Canale
  • Casa della Salute di Cortemilia
  • Tutte le RSA e le strutture residenziali e semiresidenziali per disabili
  • Fondazione Ferrero
  • Centro Medico Banca d’Alba di Vezza
  • Centro Medico Banca d’Alba di Grinzane Cavour
  • Istituto San Paolo, Alba
  • Centro Vaccinale Multicomunale di Sommariva Perno
  • Centro Vaccinale Multicomunale di Sommariva Bosco
  • Centro Vaccinale Multicomunale di Priocca
  • Centro Vaccinale Multicomunale di Cherasco (disponibile per i MMG nei giorni di sabato e domenica, per CONFINDUSTRIA nei giorni feriali per la vaccinazione dei dipendenti delle aziende del territorio)
  • Centro Vaccinale Multicomunale di Neive (per i MMG)
  • Centro vaccinale Multicomunale di Santo Stefano Belbo in cui sono state trasferite le attività vaccinali precedentemente svolte presso la Casa della Salute, per maggiore capienza degli ambienti.
  • Lunedi 12 luglio viene inaugurato un ulteriore punto vaccinale presso il Movicentro di Bra

Sono inoltre attive le vaccinazioni

  • Tramite utilizzo di Ambulatorio Polifunzionale Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus che effettua sedute in paesi “periferici” appoggiandosi a strutture del comune di volta in volta coinvolto. Dal 2 giugno si sono svolte sedute vaccinali in centri dell’Alta Langa nell’ambito della campagna Montagne Sicure, con la collaborazione dei sindaci dei paesi ad “elevata priorità” stabiliti dalla Regione. Sono già in corso le sedute per effettuare le seconde dosi.
  • Effettuate dai Medici di Medicina Generale presso i propri studi o presso strutture messe a disposizione da comuni od altri enti (anche qualcuna delle precedenti).
  • A domicilio dei cittadini giudicati “intrasportabili” dal proprio MMG, a cura dei medici dei distretti, dei MMG stessi, delle USCA.

La tabella seguente illustra la ripartizione delle vaccinazione per tipologia di sede o modalità di esecuzione.

Sono considerate in tabella SOLO LE PRIME DOSI

  • CDS si intendono le 5 diverse sedi delle Case della Salute (comprendono le vaccinazioni eseguite grazie all’utilizzo dell’Ambulatorio Mobile Polifunzionale),
  • I Centri Territoriali sono i centri multicomunali,
  • Sono qui citate le vaccinazioni eseguite nelle RSA e nelle strutture per Disabili
  • Progressivo MMG: si tratta delle vaccinazioni direttamente eseguite dai MMG presso i propri studi o strutture gestite comunque in proprio (comprese le strutture Multicomunali utilizzate anche in parte dai MMG)
  • Nella categoria Territorio Domicilio sono comprese le vaccinazioni eseguite nel corso della campagna Montagne Sicure nei tre centri periferici serviti con Ambulatorio Mobile

Dati sulle fasce di età

Vaccinazioni da parte dei MMG

Attualmente i MMG possono utilizzare solo i vaccini ad adenovirus (AZ e J&J) per i quali esiste il suggerimento AIFA e CTS di vaccinare solo soggetti di età superiore ai 60 anni. I MMG possono vaccinare nel loro studio solo i soggetti di età superiore a 60 anni. Queste categorie sono ormai quasi completate e quindi i MMG effettueranno progressivamente solo seconde dosi, a meno che venga estesa la possibilità di vaccinare anche soggetti più giovani.

Programmazione appuntamenti in seguito a preadesione

La programmazione delle agende tiene conto delle seconde dosi già programmate in occasione della prima somministrazione (per le quali devono essere garantiti i vaccini) e delle consegne di vaccini previste per ora solo fino alla fine di luglio. Per le date successive è stata effettuata una stima sulla base delle attuali consegne. Alcuni appuntamenti sono quindi previsti anche a distanza (agosto), e verranno eventualmente anticipati in caso di consegne maggiori del previsto. L’indicazione regionale è stata quella di dare comunque un appuntamento in modo che le persone possano organizzarsi, anche in previsione del periodo estivo e delle possibili assenze dal territorio.

Per contro, potrebbe essere necessario rinviare appuntamenti nel caso non siano confermate le previsioni di consegna.

Le persone che ricevono un appuntamento che non possono rispettare possono disdire l’appuntamento inviando una mail all’indirizzo vaccinazioniantisarscov2@aslcn2.it specificando la data dell’appuntamento previsto e il proprio codice fiscale. Verranno richiamate per fissare un ulteriore appuntamento in data diversa.

Le preadesioni per categoria non vengono chiuse, una volta aperte. Ogni giorno vengono riprese in considerazione le nuove preadesioni, che possono anche riguardare soggetti appartenenti a categorie già considerate “chiuse”. Ad esempio ogni giorno si aggiungono soggetti di età superiore a 80 anni (indecisi che ripensano all’adesione, soggetti che non potevano essere vaccinati nelle settimane passate per diversi motivi, soggetti a distanza di 3 mesi da pregressa COVID19).

OPEN DAY e VACCINI DELLE AZIENDE

Recentemente sono iniziate le attività dei centri vaccinali per i dipendenti delle Aziende, gli “open day” per i giovani, per i soggetti di età superiore a 60 anni e nei paesi di Alta Langa (dove sostanzialmente vengono vaccinate solo persone in accesso diretto per sollecitazione delle comunità locali, nell’ambito della campagna “Montagna Sicura”).
Le persone vaccinate in tali centri potrebbero avere già un appuntamento, che al momento della vaccinazione viene cancellato e reso libero per la programmazione di altri appuntamenti sulla base delle preadesioni man mano ricevute.

Vaccinazione di soggetti che hanno già fatto la COVID

A proposito di quest’ultimo argomento (vaccinazione dei soggetti che hanno superato la malattia) le indicazioni ministeriali e regionali sono variate nel tempo.
Recentemente abbiamo ricevuto la disposizione di sottoporre tali cittadini a UNA DOSE se sono trascorsi tra tre e sei mesi dalla malattia, DUE dosi se sono trascorsi più di 6 mesi.
La percentuale di popolazione coperta da ciclo vaccinale completo è sottostimata anche per la presenza dei soggetti che devono effettuare una sola dose

Dosi Disponibili

La ASL Cuneo 2 ha in programmazione la ricezione di vaccini per praticare meno di 1500 vaccini al giorno, rimangono quindi attualmente da distribuire a tutti i punti vaccinali poche dosi di vaccini, dopo aver assicurato la disponibilità per le seconde dosi delle diverse categorie vaccinali.
Nel caso siano disponibili dosi di vaccino, potrebbero essere attivate sedute che permettono di anticipare gli appuntamenti fissati via SMS per date a distanza superiore a un mese, soprattutto grazie all’attività dei centri vaccinali MULTICOMUNALI. Tendenzialmente preferiamo comunque spostare il meno possibile gli appuntamenti per non creare troppa confusione ai cittadini.

Copertura vaccinale

Nel nostro territorio è stato quasi raggiunto il traguardo del 70% di popolazione vaccinata con la prima dose e superato il 40% di persone con ciclo vaccinale completo.
Tuttavia è noto che le recenti “riaperture” hanno permesso una risalita dei contagi, soprattutto dovuti alla diffusione della variante “delta” per la quale è protettiva la vaccinazione a ciclo completo. Risulta quindi fondamentale completare la campagna vaccinale nell’estate 2021, allo scopo di evitare una ripresa della diffusione della malattia nel corso del prossimo autunno, soprattutto completando la vaccinazione dei cittadini in fascia di età superiore ai 60 anni, appartenenti alla personale scolastico e sanitario.

A tale scopo sono stati messi in atto i seguenti provvedimenti

  • Presso i punti vaccinali di Verduno, Bra ed Alba è possibile presentarsi in accesso diretto durante l’orario di apertura sia per i soggetti di età superiore ai 60 anni, sia per il personale scolastico che non abbia ancora ricevuto la prima somministrazione
  • Dalla prossima settimana i soggetti di età superiore ai 60 anni non ancora vaccinati riceveranno una lettera che li invita a procedere rapidamente alla vaccinazione

È importante che tutta la comunità partecipi alla sollecitazione dei cittadini che non hanno ancora ricevuto la prima dose, perché dalla copertura vaccinale completa dipenderà la necessità o meno di riprendere le “chiusure” che tutti vorremmo evitare.