Scoperta la proteina che causa allergia alla nocciola

TORINO L’allergia alla nocciola, frutto utilizzato nelle creme spalmabili e, quindi, presente nelle abitudini dietetiche dei bambini, non ha più segreti grazie a uno studio tutto torinese. Pubblicato su Pediatric Allergy and Immunology, giornale ufficiale dell’Accademia europea di allergia e immunologia clinica, ha permesso di isolare una proteina allergenica, detta oleosina, e di dimostrare che in alcuni bimbi è l’unico responsabile dei sintomi allergici.

In questo modo sarà possibile diagnosticare con più facilità l’allergia, molto diffusa in Italia e pericolosa per la vita soprattutto nei bambini. «Il nuovo allergene», fanno sapere, «è stato depositato nell’apposita banca degli allergeni dell’Organizzazione mondiale della sanità».

Ansa