“Sguardi Ri-Uniti”, a Venezia la pittura magica di Maurizio D’Andrea si fonde al flauto di Marco Gaudino

ARTE CONTEMPORANEA Continua a far parlare di se il poliedrico artista partenopeo, ma albese d’adozione Maurizio D’Andrea che, dopo aver visto le sue opere esposte all’Agorà di Manhattan in New York, e successivamente a Cortina d’Ampezzo, nel Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi in una mostra curata da Vittorio Sgarbi, si appresta ora a presentare una nuova, suggestiva esposizione in un’altra delle culle dell’arte tricolore, la meravigliosa Venezia.

Dal 2 al 16 ottobre le opere di D’Andrea saranno infatti esposte nella Galleria AccorsiArte, per una personale dal titolo “Sguardi Ri-Uniti” curata dall’Architetto Barbara Viale, che coniugherà alle opere dal grande impatto visivo dell’artista campano, un’appendice sonora creata dal flautista Marco Gaudino, che con il suo strumento assocerà ad ogni quadro un personalissimo “sguardo musicale”.

«La pittura è sperimentazione, ricerca, unione, magia, musica – spiega la curatrice dell’evento- il pittore Maurizio D’Andrea ci propone in questa mostra una pittura raffinata, colta, fatta di finti paesaggi che richiamano, evocano uno stato di solitudine energica immersa in uno sventolio di colori ed energia. Il D’Andrea stupisce per la naturalezza della sua comunicazione, per l’assemblaggio delle sue pennellate che sapientemente dirottano l’animo verso sensazioni che ti portano in giro per la mente. Non chiede, pretende la partecipazione ad un movimento che crea mescolando forme senza volti e colori vinti che conferiscono al quadro una forza suggestiva intensa, magica. E nel magico D’Andrea raccoglie le sue energie. Le sue atmosfere hanno quasi sempre qualcosa di occulto, di vedo non vedo in quella opacità che D’Andrea usa per meravigliarci».

Alice Ferrero

 

CASA DI CAMPAGNA 50X50GONDOLE 50X50PRENDIMI 50X50WOMAN 50X50

 

“Sguardi Ri-Uniti” –  martedì-sabato: 15.00-19.00 / domenica-lunedì: su appuntamento

Galleria ACCORSI ARTE – Castello, calle dei Forni 2265, Venezia  (fermata vaporetto “Arsenale” )

Per informazioni scrivere a accorsiarte@gmail.com.