Barolo en primeur: presentata l’asta benefica

GRINZANE CAVOUR Il 30 ottobre al castello di Grinzane Cavour saranno battute 5 barrique da collezione, le protagoniste di Barolo en primeur, promosso dalla fondazione Cassa di risparmio di Cuneo, in collaborazione con Crc donare e con il Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.

Ciascuna barrique, ancora in affinamento, è associata a un progetto no-profit nel campo della salute, della ricerca, delle arti e della cultura, dell’inclusione sociale e della salvaguardia del patrimonio culturale. Base d’asta a 30mila euro. Da ciascuna barrique saranno poi ottenute circa 300 bottiglie di Barolo Gustava 2020 numerate e vestite da un’etichetta creata in esclusiva da Giuseppe Penone, protagonista dell’Arte povera e tra gli scultori più importanti e riconosciuti a livello mondiale. Le bottiglie saranno consegnate dopo il periodo obbligatorio di affinamento, a partire da gennaio 2024.

Nel progetto è coinvolto il laboratorio Enosis meraviglia di Donato Lanati. Il Barolo è quello ottenuto dalle uve della storica vigna Gustava di Grinzane. L’asta benefica di fine mese al castello di Grinzane è realizzata in collaborazione con Christie’s e in collegamento simultaneo con New York. Madrina di Barolo en primeur sarà Evelina Christillin, presidente della fondazione Museo delle antichità egizie di Torino

Davide Barile