Alba piange la scomparsa di Enrico Serafino, portò i grandi del teatro ad Alba

ALBA Se ne è andato nel giorno in cui nel “suo” Teatro Sociale si presenta la stagione teatrale 2021-2022. La città di Alba piange la scomparsa di Enrico Serafino, 93 anni, grande appassionato di teatro e anima della stagione culturale albese, curatore delle stagioni teatrali del Corino, poi dell’Ordet e infine del Teatro Sociale.

L’ultimo spettacolo visto? Lo Straordinario, lo spettacolo inserito nel programma di Alba Capitale della Cultura d’impresa realizzato dall’amico Paolo Tibaldi che non aveva perso, nonostante gli acciacchi.

Tibaldi lo ricorda così: «Il buon Serafino ci ha lasciati. Fautore e memoria storica del Teatro di Prosa ad Alba, traghettatore di pubblico alla volta dell’educazione culturale in tutta la Nazione, riposa in pace. Grazie per ciò che hai fatto e per la nostra amicizia. Possa essere stato, il tuo lavoro, un esempio su come concepire l’arte del teatro. Un veicolo di messaggio, una scommessa su come manutenere le emozioni umane, sempre con qualità artistica».

Da sempre legato a Radio Alba, era stato una delle prime voci dell’emittente albese con la conduzione di un programma serale su musica classica e opera. A Enrico Serafino era andato il premio Alberto Levi nel 2019.

Il Rosario è previsto per questa sera alle 19 nella cattedrale di San Lorenzo ad Alba. I funerali saranno celebrati martedì 16 novembre alle 10 preceduti da una breve commemorazione al teatro Sociale (ore 9.30).

Marcello Pasquero