Olio di cucina usato: Mpoli si aggiudica l’appalto del saluzzese

Olio di cucina usato: Mpoli si aggiudica l’appalto del saluzzese

SALUZZO La Mpoli, con sede ad Alba e stabilimento a Piobesi ha ottenuto l’appalto per il servizio di raccolta degli oli vegetali esausti dal Consorzio Sea (consorzio rifiuti del Saluzzese) fino al 2022. Grazie a questo ultimo appalto e alla collaborazione di due aziende della provincia di Cuneo,la Mpoli gestisce la raccolta degli oli vegetali usati in tutta la provincia di Cuneo.

«Con il progetto “RecuperiamOli” sono stati raccolti fino a oggi 800 mila chili di oli vegetali esausti con un risparmio in termini di emissioni di CO2 di 3.400 tonnellate equivalenti a 22 milioni di chilometri percorsi da una macchina», spiega Massimo Perletto, amministratore della società.

Nelle prime settimane del 2017 nel Saluzzese, in alcuni Comuni dell’Albese e del Cuneese, partirà il nuovo metodo di raccolta chiamato “Progetto Cassonetto” che  permette ai cittadini di raccogliere gli oli di cucina dentro delle comuni bottiglie di plastica da 1,5 lt e, una volta riempite e chiuse per bene, gettarle all’interno di appositi cassonetti porta bottiglie distribuiti sul territorio.

 

Banner Gazzetta d'Alba