La fondazione Nuovo ospedale dona al Ferrero due culle riscaldanti

ALBA Due culle per il trasporto intraospedaliero dei neonati sono state donate e consegnate ieri, 21 dicembre 2020, alla struttura complessa di pediatria dell’ospedale Michele e Pietro Ferrero dalla fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra Onlus.  Corredate da due materassini riscaldanti servocontrollati Aquatherm comprensivi di unità di controllo e copertura basculante in plexiglass, potranno essere impiegate per il trasporto dei neonati dalla sala parto al reparto o in caso di spostamenti in altri ambienti per l’esecuzione di accertamenti.

La fondazione Nuovo ospedale dona al Ferrero due culle riscaldanti

«Siamo molto contenti di aver ricevuto queste due culle che sono estremamente utili per poter trasferire in sicurezza e confort i neonati dal blocco parto alla divisione del nido», spiega il primario Alessandro Vigo. «È una cosa che aspettavamo da tempo e darà la possibilità ai bambini di essere correttamente mantenuti e isolati negli spostamenti e avere l’ambiente migliore nel periodo più delicato subito susseguente al parto. Per cui ringraziamo la fondazione Nuovo ospedale e i donatori che hanno consentito un’acquisizione così rilevante e ci auguriamo che rimanga sempre soddisfatta di cosa cerchiamo di fare per i bambini del braidese e dell’albese. Sono arrivato il 1° dicembre e mi sono subito reso conto di quanto ha fatto la Fondazione per la pediatria. Abbiamo in animo diversi prestigiosi progetti e sono sicuro che il territorio attraverso la Fondazione non ci farà mancare il sostegno».

«Oltre alle due culle per il trasporto intraospedaliero – commenta Luciano Scalise, direttore della fondazione – abbiamo donato l’allestimento delle sale parto dell’area materno-infantile, l’arredo delle camere di degenza pediatriche (comprensivo di 12 letti elettrici espansibili fino a 18 anni in fase di allestimento), le sale d’attesa, gli ambulatori e, da poche settimane, sono state consegnate 16 culle nido adatte al rooming-in per l’ostetricia. Un impegno che ha preso avvio nel 2014 con il progetto Il futuro in buone mani che si sta portando a compimento. Nei prossimi mesi sono previste ulteriori donazioni legate all’umanizzazione degli spazi dedicati ai bambini nell’ospedale. Per questa occasione ringraziamo la Wellcom e tutti i donatori che hanno permesso l’acquisto delle due culle consegnate ieri».

Banner Gazzetta d'Alba