Il Consiglio regionale del Piemonte approva i referendum sulla giustizia e boccia quello sull’eutanasia

Foto di repertorio
Foto di repertorio

TORINO Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato le sei richieste di referendum della Lega in materia di giustizia e ha respinto la richiesta di referendum sull’eutanasia proposta dal capogruppo Luv Marco Grimaldi.

«Il voto per i referendum sulla giustizia rende il Piemonte protagonista sulla strada tracciata dal leader della Lega Matteo Salvini che porterà l’Italia, attraverso il referendum, a essere un Paese più giusto», commenta il capogruppo leghista Alberto Preioni. «Questa è la battaglia di civiltà che la Lega porta avanti con il sostegno di centinaia di migliaia di italiani che hanno già sottoscritto i sei quesiti. E che per arrivare al referendum abrogativo oggi può contare anche sulla forza del voto del nostro Consiglio regionale».

La proposta sull’eutanasia. nonostante le divisioni nella maggioranza di centrodestra,  è stata bocciata con voto segreto, 23 a 20. «Su temi così delicati, che toccano le coscienze e le sensibilità di ognuno, pensiamo sia grave provare a limitare, in qualche modo, la libera espressione dei cittadini attraverso una consultazione popolare», commentano in una nota i componenti del Movimento 5 stelle.

 

Banner Gazzetta d'Alba