Andamento positivo per il turismo estivo all’aria aperta in Langhe e Roero

TURISMO Gli operatori piemontesi tracciano un primo bilancio positivo della stagione estiva, con il patrimonio naturalistico regionale a fare da principale attrattore nei confronti dei visitatori, tra i quali si sono registrate alte percentuali di stranieri, in particolare nella valli e sui laghi. Dal punto di vista delle presenze, l’avvio dell’estate ha riscontrato, in alcune aree, una lieve flessione delle presenze dovuta al meteo sfavorevole, confermando poi l’ottimo andamento del resto della stagione, con una previsione – per alcune aree – di flussi considerevoli anche per la fine di agosto e il mese di settembre.

Per quanto riguarda l’area di Langhe e Roero, l’andamento dei flussi turistici durante i mesi estivi del 2018 risulta positivo, secondo quanto rilevato da parte degli operatori del settore. A conferma, oltre alla soddisfazione degli addetti ai lavori, l’apertura di nuove strutture ricettive, come il boutique hotel La Ribezza***** a Monforte d’Alba, nella Langa del Barolo. La provenienza dei visitatori che raggiungono Langhe Roero durante i mesi estivi è composita e la maggioranza è rappresentata da turisti stranieri, dato già confermato negli anni precedenti: accanto a Paesi consolidati come Germania, Svizzera e Francia, si registrano incrementi di arrivi da Belgio, Danimarca e Olanda. Norvegia, Svezia e Finlandia confermano il loro interesse verso Langhe Roero e le attività all’aria aperta, mentre le novità sono Israele, Spagna e Nuova Zelanda. La media dei pernottamenti da parte di turisti stranieri è di 3/4 giorni. I visitatori italiani, invece, provengono dal Nord-Centro Italia con rappresentanza di tutte le Regioni.

Buoni anche i risultati nel Cuneese: protagoniste dell’estate sono le montagne, forti di un’offerta turistica, ma anche culturale, in crescita.

A caratterizzare la stagione, in questo territorio, è stato soprattutto l’aumento dell’uso delle e-bike (bici a pedalata assistita): i noleggi hanno riscontrato un ottimo successo già nei fine settimana di luglio e nel mese di agosto sono cresciuti considerevolmente anche nei giorni infrasettimanali.

Tra i percorsi più amati dai turisti l’Alta Via del Sale: il percorso ha visto una forte presenza di stranieri (nel mese di luglio oltre l’80%, in prevalenza tedeschi, mentre ad agosto sono aumentati italiani e francesi).

Nel mese di luglio, secondo quanto rilevato dai gestori del punto di accesso di Limone Piemonte, oltre a numerosi ciclisti, sono transitate 782 moto e 543 auto, e nei primi quindici giorni di agosto 422 moto e 238 auto.

Importanti anche i dati forniti dalla rete degli Uffici turistici in gestione all’Atl del Cuneese (presenti a Cuneo, Borgo San Dalmazzo, Entracque, Fossano, Frabosa Sottana, Limone Piemonte, Mondovì, Ormea, Vicoforte e Mondovì): nel mese di giugno scorso hanno registrato il passaggio di quasi 4mila persone, mentre per il mese di luglio il numero è salito a oltre 7.700.

Significativi i passaggi all’Ufficio Turistico di Limone Piemonte (3.685 nel solo mese di luglio) e di Ormea, appena entrata nella rete degli Iat presenti nella provincia con, sempre per il mese di luglio, circa mille passaggi. In questo territorio è particolarmente significativa anche l’offerta di eventi culturali: tra questi vale la pena ricordare il tradizionale Concerto di Ferragosto, con oltre 12.000 persone che sono salite ai 2.000m di Pian Munè, nonché i numerosi festival che hanno caratterizzato l’estate, da Occit’Amo a Cuneo Illuminata.

Banner Gazzetta d'Alba