Veicoli immatricolati all’estero e guida in stato di ebbrezza: controlli stradali a Bra

Bra: recuperate biciclette rubate

BRA  Continuano anche a Bra i controlli per l’applicazione delle nuove norme che regolamentano la circolazione dei veicoli immatricolati all’estero introdotte dal cosiddetto “Decreto sicurezza”, con sanzioni e divieti per chi viaggia su un mezzo con targa straniera ed è residente in Italia da oltre 60 giorni.

L’altra notte una pattuglia della Polizia Municipale braidese impegnata in un posto di controllo sul territorio ha posto i sigilli a un’automobile Bmw condotta da una donna residente nel nostro Paese da diversi anni. Il mezzo è stato inoltre sottoposto a fermo amministrativo e affidato al custode-acquirente per la Provincia di Cuneo, vista la scelta della conducente di non avvalersi del pagamento immediato della sanzione. Gli Agenti hanno provveduto inoltre al ritiro della patente di guida della donna, risultata positiva al controllo del tasso alcolemico, con un valore pari al doppio rispetto a quello consentito. Tale violazione ha comportato il deferimento della stessa alla Procura della Repubblica di Asti per il reato di guida in stato di ebbrezza.

Sempre nell’ambito dei controlli svolti sulla circolazione stradale, Agenti braidesi hanno provveduto al ritiro della patente a un uomo residente in Italia da oltre un anno, che non aveva provveduto a convertire il documento di guida straniero in quello italiano; quattro auto infine, grazie al Targa System, sono state poste sotto sequestro amministrativo in quanto sorprese in circolazione senza la prescritta copertura assicurativa.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni.

Banner Gazzetta d'Alba