Sequestrati 9.824 kg di carne ovina e bovina mal conservati

Commercialista cuneese arrestato dalla squadra mobile 1

CARRÙ Sequestrati, nella giornata di ieri, dalla Polstrada di Saluzzo durante un controllo di routine sull’autostrada Torino-Savona (all’altezza del casello di Carrù) 9.824 chili di carne ovina e bovina.

A stabilirlo gli esperti dell’ASL Cn1 che hanno preso parte, dopo la segnalazione degli agenti, alle verifiche sul contenuto del camion frigo spagnolo fermato.

La ragione del provvedimento nelle infrazioni alle norme che regolano il trasporto e la conservazione delle carni: a bordo del tir sono stati rinvenuti tranci di carne ovina e bovina fresca e surgelata. Secondo le disposizioni i due tipi di alimenti devono viaggiare separatamente (la carne fresca richiede infatti una temperatura di conservazione inferiore rispetto ai quasi meno 20 gradi necessari per preservare i prodotti surgelati).

Secondo gli accertamenti la carne sarebbe finita sulle tavole della Granda e il carico, proveniente dalla Spagna, sarebbe stato “composto” per risparmiare sui costi dovuti a due carichi separati previsti dal regolamento. E’ scattato per l’autoarticolato il fermo amministrativo per tre mesi oltre a una sanzione di 7mila euro comminati alla ditta proprietaria.

Davide Gallesio

Banner Gazzetta d'Alba