Asti: famiglie e investitori vivacizzano il mercato immobiliare

Asti: famiglie e investitori vivacizzano il mercato immobiliare

ASTI  Si è svolta oggi la conferenza stampa del gruppo Tecnocasa sull’andamento del mercato immobiliare e creditizio. In città i prezzi delle case registrano una lieve contrazione (-1,5%). Nella zona meridionale della città c’è una buona domanda, alimentata  da acquirenti di prima casa ed investitori. In aumento, negli ultimi tempi, la domanda di soluzioni indipendenti per le quali occorre spostarsi fuori dal capoluogo, in particolare a San Marzanotto e Azzano. Il mercato è vivace nell’area occidentale della città, dove si registra un aumento del numero delle richieste e delle compravendite, mentre nella zona  ospedale, si registra un aumento della domanda immobiliare alimentata da coloro che cercano la prima casa e in parte da investitori. Intorno a corso Alfieri e piazza Primo Maggio si registra un mercato immobiliare animato sia da acquisti di prima casa che a uso investimento. Questi ultimi si suddividono tra coloro che mettono a reddito l’immobile (ci sono alcune facoltà universitarie) affittando la camera o l’intero appartamento e coloro che acquistano, ristrutturano e poi rivendono l’immobile.

Ad Asti città la tipologia immobiliare più richiesta è il quadrilocale. Per quanto riguarda l’offerta è il trilocale il taglio maggiormente presente sul mercato.

Nel primo semestre del 2019 si registra un aumento delle compravendite residenziali su Asti città (+4,3% rispetto al primo semestre del 2018). Nello stesso periodo, in provincia, il primo semestre 2019 evidenzia un ribasso delle compravendite del -5,6%.

Il mercato dei locali commerciali ad Asti segnala un discreto fermento. In centro le strade più ambite sono corso Alfieri e corso Dante. In via di sviluppo la parte orientale della città che ha in corso Alessandria l’arteria veicolare più importante; qui negli ultimi anni si sono insediati importanti brand della grande distribuzione.  In provincia, a Nizza e Canelli la domanda di negozi si concentra soprattutto nel centro storico ed è finalizzata alla ricerca di piccole soluzioni da destinare alla ristorazione d’asporto.

Il mercato dei capannoni segnala una buona domanda nelle zone di Quarto, Baldichieri, Palucco e Castello d’Annone. Il mercato è più fervido a Nizza e Canelli, grazie alle industrie legate alla produzione del vino. Infine, il segmento degli uffici nel capoluogo si caratterizza per la presenza per una bassa richiesta concentrata soprattutto nelle zone più centrali, ma sempre più si preferiscono le soluzioni a piano terra (incluso il negozio) per eliminare le barriere architettoniche.

Banner Gazzetta d'Alba