Cherasco: obbligo di fare bollire l’acqua nell’Oltre Tanaro

Vigna: meglio non bere sempre la stessa acqua

CHERASCO Con un’ordinanza emessa venerdì 9 ottobre, il sindaco di Cherasco Carlo Davico ha disposto di utilizzare l’acqua dell’acquedotto comunale per scopi alimentari esclusivamente previa bollitura, in tutto il territorio a destra del Tanaro.

La ditta Tecnoedil, che ha la gestione dell’acquedotto comunale, ha infatti comunicato che a seguito delle forti piogge del 2 e 3 ottobre si sono create problematiche di carattere batteriologico all’interno dell’acqua potabile nella rete idrica delle frazioni San Bartolomeo, Meane e San Michele, via La Morra e in generale in tutta la zona a destra del fiume Tanaro.

Banner Gazzetta d'Alba