Con la cerimonia del Mandato ai catechisti e animatori ai salesiani parte l’anno oratoriano

Con la cerimonia del “mandato” ai catechisti e animatori ai salesiani parte l’anno oratoriano 1

BRA Stamane alle 10 alla Messa della comunità oratoriana celebrata nel cortile dei Salesiani dal direttore don Alessandro Borsello e da don Livio Sola, incaricato dell’oratorio, si è celebrato il Mandato per animatori e catechisti a cui è stato consegnato un portachiavi con mappamondo per rappresentare il tema di quest’anno pastorale: Insieme nel mondo. Con la cerimonia del “mandato” ai catechisti e animatori ai salesiani parte l’anno oratoriano

Don Alessandro, commentando il Vangelo del giorno, la parabola dei vignaioli omicidi, ha sottolineato lo spirito di servizio: «Tutto ci è stato consegnato, siamo di passaggio, nulla è di nostra proprietà, ma in questo affidamento viene fuori la nostra responsabilità nel servizio di ogni giorno. E questo vale per i religiosi, gli animatori, tutti noi».

Al termine qualche gioco organizzato dagli animatori e un momento di convivialità nel rispetto delle norme anti-pandemia, come lo ha definito don Livio, “un aperi-pranzo”. Non che l’oratorio fosse fermo, come ha ricordato don Alessandro, ma dopo questa funzione ripartono un po’; tutte le attività settimanali: i gruppi dalle elementari al triennio e verso la fine del mese anche i catechismi.

Domenica prossima, 11 ottobre, 15 ragazzi riceveranno il sacramento delle Cresima; presiederà la celebrazione delle 11.15 don Giorgio Garrone, parroco di Sant’Antonino e Sant’Andrea, confermato in settimana moderatore dell’Unità pastorale 50.

Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba