Domenica c’è l’Ecomaratona da Alba alle colline del Barbaresco

Ecomaratona del Barbaresco: vince ancora Lorenzo Perlo 7

PODISMO Domenica 25 si correrà l’undicesima edizione dell’Ecomaratona del Barbaresco e del tartufo bianco d’Alba, la spettacolare gara podistica organizzata da Triangolo sport tra Alba, Barbaresco, Neive e Treiso. Grazie alla partenza del Giro d’Italia del giorno precedente nel week-end ai piedi del Duomo andrà in scena una storica accoppiata sportiva.
La partenza sarà alle 9 da piazza Prunotto, in una sede diversa rispetto a quanto annunciato in un primo momento. La corsa prevede due distanze: quella classica della maratona (42 chilometri e 195 metri) e la mezza maratona (21 km). Il percorso attraversa i quattro Comuni di produzione del Barbaresco Docg (Alba, Barbaresco, Neive e Treiso), percorrendo i sentieri fenogliani, colline e vigne di Langa, la strada romantica e le spettacolari Rocche dei sette fratelli di Treiso.

La corsa, collinare e impegnativa, si svolge su strade asfaltate e su sterrato, con tratti di sentieri in erba e tra le vigne. Dal punto di vista tecnico, a parte alcuni tratti, è comunque da considerarsi un percorso relativamente veloce. Il dislivello della maratona è di circa 800 metri, quello della mezza maratona è di circa 300.

Per consentire lo svolgimento della gara il Comune di Alba ha istituito i seguenti divieti:

  • divieto di sosta con rimozione forzata, in piazza Prunotto (ala mercato coperto e parcheggio antistante la caserma Carabinieri) dalle fine dell’occupazione autorizzata per il Giro d’Italia 2020 di sabato 24 ottobre alle 18 di domenica 25;
  • divieto di transito veicolare sul percorso di gara, domenica 25, dalle 8:30 sino al termine della manifestazione, in: piazza Prunotto, via Tanaro, via Carlo Alberto Dalla Chiesa, via San Rocco, corso Nino Bixio (solo per la parte interessata alla competizione), viale Cherasca.
Banner Gazzetta d'Alba