Escluso dal cashback di stato? Accedi a quello di Mister facile

ALBA Appena avviato sono subito arrivate le aspre critiche della Banca centrale europea al cashback lanciato dal Governo italiano, bacchettato per non averla informata preventivamente e per la sproporzionalità delle misure rispetto all’obiettivo.

A pensarci bene, il tanto decantato cashback di Stato potrebbe rivelarsi un flop e deludere tante aspettative. Oltre che irritare quelli che si riterrebbero esclusi e penalizzati sia da parte degli esercenti che da parte dei consumatori. Il regolamento esclude dal cashback, oltre agli acquisti in contante anche quelli online. Tale misura sarebbe stata presa per incentivare l’uso della moneta elettronica, favorire gli esercizi commerciali in sede fissa e scoraggiare l’uso del contante ritenendolo possibile fonte di evasione.

Se a finanziare il cashback di Stato fossero i gestori delle carte elettroniche, nulla da eccepire ai vincoli del regolamento. Ma siccome viene finanziato dalle tasse pagate dalla collettività, si comprende bene perché a qualcuno possa non andare giù. L’esercente che rilascia regolare scontrino fiscale e il consumatore che paga in contante (anche perché non in grado di usare marchingegni elettronici) perché mai dovrebbero sentirsi marchiati come evasori?

Alla luce di questi aspetti appare quanto mai utile e vantaggioso, almeno per gli abitanti della provincia di Cuneo, sapere che da diversi anni esiste un cashback locale e facile che si può aggiungere a quello dello Stato. Si chiama Mister Facile (www.misterfacile.com) e il suo cashback vale dall’1 al 5% della spesa. Al momento sono circa 140 i negozi aderenti.

Quali negozi possono aderire al circuito di Mister Facile? Fatta eccezione dei grandi gruppi commerciali, tutti i piccoli e medi negozi di vicinato possono farlo, senza costi d’ingresso. Si tratta di un circuito virtuoso che le istituzioni e associazioni di categoria del territorio (amministrazioni comunali, Confcommercio, Confartigianato…) dovrebbero aiutare a crescere perché a beneficiarne in prima linea sono i negozi di vicinato e i cittadini che li utilizzano per i loro acquisti abituali. E tutto ciò si trasforma in maggior benessere nel tessuto socioeconomico del territorio. I negozi che volessero aderire possono collegarsi a www.misterfacile.com/iscrizione-esercenti/

Tutti gli iscritti al portale di Mister Facile possono ricevere sul proprio account il cashback nella misura prestabilita da ogni negoziante. Non ci sono limiti nell’uso dei pagamenti: con strumenti elettronici, in contante e online. Mentre per il cashback statale esiste un tetto per transazione (15 euro), per quello di Mister Facile non ci sono limiti. Basta caricare gli scontrini della spesa, quale che sia stato il modo di pagamento, collegandosi a www.misterfacile.com/scontrini/.

Caccia al cashback. Statale o locale? Meglio entrambi 1

Il cashback di Mister Facile è cumulabile con quello di Stato. Per aggiungere al tuo cashback statale anche quello di Mister Facile basta orientare i tuoi acquisti presso i negozi aderenti al circuito e, dopo esserti registrato gratis al portale, caricare tutti gli scontrini sul tuo account. Potrai così avere due tesoretti a tua disposizione.

Ricorda i vantaggi esclusivi per gli abbonati. Il cashback generato dalla spesa presso i negozi di Mister Facile per l’abbonato a Gazzetta d’Alba o a La Guida di Cuneo, viene maggiorato dal 10% al 20%. Tale maggiorazione sarà calcolata al momento in cui l’utente iscritto al portale richiederà di convertire i crediti maturati in buoni spesa utilizzabili nel circuito. Registrazioni aperte sul sito www.misterfacile.com/mio-account

Se sei abbonato ad una delle due testate giornalistiche, nella registrazione indica lo sponsor (gazzetta-d-alba oppure la-guida) e l’intestazione completa dell’abbonamento (cognome, nome e indirizzo). Riceverai un bellissimo regalo oltre alle condizioni esclusive a te riservate. Registrati subito e passaparola.

Banner Gazzetta d'Alba