La luce di Betlemme arde anche nella cappella dell’ospedale Michele e Pietro Ferrero di Verduno

La luce di Betlemme arde anche nella cappella dell’ospedale Michele e Pietro Ferrero di Verduno

VERDUNO Domenica 13 dicembre alle ore 17 presso l’ospedale Michele e Pietro Ferrero di Verduno, un gruppo di scout, dopo una lunga staffetta, ha acceso la lampada che arde giorno e notte nella Cappella dell’ospedale, con la luce di Betlemme.

La luce di Betlemme arde anche nella cappella dell’ospedale Michele e Pietro Ferrero di Verduno 1«Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è infatti una lampada ad olio – scrivono i cappellani dell’Ospedale “Ferrero” – che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra».

Nel 1996 avviene la prima distribuzione a livello nazionale della Luce della Pace da Betlemme, in maniera simile a quanto avviene in Austria, utilizzando il mezzo ferroviario per una staffetta di stazione in stazione su due linee: Trieste-Genova e Trieste-Napoli. La Luce in quell’anno tocca oltre 100.000 persone, 5000 scout, 48 città e paesi.

A dicembre ogni anno da quella fiamma ne vengono accese altre e vengono diffuse su tutto il pianeta come simbolo di pace e fratellanza fra i popoli.

I cappellani don Domenico Bertorello e il diacono Giorgio Fissore hanno accolto oggi il gruppo di scout e da ora questo piccolo segno, insieme al presepe della Cappella, ricordano la nascita di Gesù e la sua presenza luminosa in mezzo a noi.

«Il prossimo 23 dicembre – scrivono i cappellani dell’Ospedale – alle ore 15.30, Mons. Marco Brunetti, Vescovo di Alba, consacrerà ufficialmente la nuova Cappella, che già da tempo è aperta e con la celebrazione della Messa dal lunedì al venerdì alle ore 7.30».

Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba