Giro d’Italia: a Cattolica vince Ewan in volata, Sobrero è quarantunesimo

Giro d'Italia: a Cattolica vince Ewan in volata, Sobrero è quarantunesimo

CICLISMO Nella Modena-Cattolica, quinta tappa del Giro d’Italia, 177 chilometri interamente pianeggianti lungo la Via Emilia, i velocisti non si sono fatti sfuggire l’occasione. Ha vinto in volata l’australiano Caleb Ewan davanti a Nizzolo, Viviani, Sagan e Gaviria. Prima dello sprint finale la cronaca della corsa aveva fatto registrare le solite fughe da lontano dei corridori delle squadre professional invitate al Giro. Prima ci hanno provato Tagliani (Androni) e Marengo (Bardiani); poi è toccato a Pellaud (Androni, già in fuga nella Biella-Canale) e Gabburo (Bardiani) ai quali si è poi aggiunto Gougeard (Ag2r). Nel finale la tappa è stata caratterizzata da alcune cadute che hanno coinvolto anche uomini di classifica come Sivakov (Ineos) e Landa (Bahrein) e lo spagnolo è stato costretto al ritiro. Matteo Sobrero (Astana premier tech) è arrivato quarantunesimo e Alessandro De Marchi ha conservato la maglia rosa. Domani, nella tappa Grotte di Frasassi-Ascoli Piceno San Giacomo (160 km), sarà tutta un’altra musica, con il secondo arrivo in salita del Giro. Attorno a metà gara i corridori affronteranno due gran premi della montagna dai nomi “minacciosi”: Forca di Gualdo (1.496 metri) e Forca di Presta (1.536) e nel finale sono attesi da 15 chilometri di salita.

c.o.

 

Banner Gazzetta d'Alba