Giro, prefetto Torino: «Evitiamo spettacoli che ci danneggino»

Vuelta valenciana: arrivo in volata con Rosa nel gruppo dei migliori
Il francese Demare, vincitore ad Alicante, alla partenza della tappa di Alba del Giro d'Italia 2020.

TORINO «La partenza del Giro d’Italia da Torino sabato prossimo è un evento. Verrà ripreso dalla Rai e sarà visto in tutta Italia e all’estero: cerchiamo di evitare spettacoli che potrebbero danneggiarci». Lo afferma, interpellato dall’Ansa, il prefetto di Torino, Claudio Palomba, mentre con la Questura e il Comune sta mettendo a punto il dispositivo per garantire che la corsa avvenga in sicurezza sul fronte della pandemia, ora che il Piemonte si trova a disporre delle libertà da zona gialla. «Ieri – spiega Palomba – ho fatto un lungo comitato per affrontare questi temi, e questa mattina anche un tavolo tecnico con la Questura. Nei punti più critici, mi riferisco al Parco del Valentino e all’area dell’arrivo, ci sarà una maggiore presenza di forze dell’ordine e di volontari. Ma sono convinto che i torinesi, come peraltro hanno fatto finora, daranno un ottimo segnale. Godiamoci dunque questo spettacolo, farà vedere a tutti Torino nelle sue parti più belle: lungo il Po e il parco che lo circonda, con il panorama verde della collina».

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba