Matteo Romano, un tiktoker disco d’oro e platino, mercoledì 7 luglio al Pala Alba

Bozza automatica 436

MATTEO ROMANO Da Tik Tok, uno dei social più seguiti dai giovani e non solo, al grande successo discografico con “Concedimi”, il singolo con cui ha debuttato online durante il lockdown del 2020 e che ha superato i 20 milioni di stream sulla piattaforma Spotify, tanto da diventare disco d’oro e disco di platino: è  la storia di Matteo Romano, classe 2002, nato e cresciuto a Cuneo. Il 7 luglio sarà ad Alba, sul palco del palAlba in piazza San Paolo, nell’ambito di Alba capitale della cultura d’impresa (ci si può prenotare sul sito alba2021.confindustriacuneo.it).

«Sono molto felice di poter partecipare a un incontro in presenza: dal momento che arriviamo da un lungo periodo di restrizioni, non ho avuto molte occasioni di poter incontrare il mio pubblico», dice Matteo, che da pochi giorni ha sostenuto l’esame di maturità al liceo classico Pellico-Peano di Cuneo, dove continua a vivere, anche se ha in programma di trasferirsi a Milano.

«Cuneo è da sempre la mia città, ma, essendo un luogo di provincia, era difficile pensare di poter arrivare a far sentire la mia musica a tante persone. Studio canto da quando sono bambino, così come pianoforte da diversi anni: sentivo il bisogno di condividere tutto questo con gli altri, soprattutto in un momento complesso come il lockdown. Così, durante la primavera del 2020,  un po’ per gioco, ho a caricare video sul mio canale Tik Tok, registrando un certo interesse. Quando ho iniziato a ricevere richieste sui miei inediti, ho caricato l’esibizione di Concedimi al pianoforte: in pochissimo tempo il video è diventato virale, con più di 2 milioni e mezzo di visualizzazione. E da lì è cominciato tutto».

Ma che cosa può aver fatto la differenza, in un panorama social in cui ogni giorno  giovani da tutto il mondo si raccontano e spesso condividono il loro talento?

«Mi piace pensare che sia stata la mia semplicità: eravamo chiusi in casa e Concedimi parla di qualcosa che quasi tutti purtroppo abbiamo vissuto, cioè la fine di un amore. Con voce e pianoforte, il linguaggio che preferisco, spero di essere riuscito a toccare le corde emotive delle persone». A marzo 2021, Matteo ha pubblicato il suo secondo brano, Casa di specchi. Dai social, ora si muove nel mondo delle case discografiche: «All’inizio non è stato semplice, ma passo dopo passo di imparano anche questi aspetti: l’importante è rimanere ben ancorati alla realtà». E lui lo è davvero: «I miei obiettivi? Sto lavorando a nuovi pezzi e sogno di pubblicare un disco tutto mio. Anche se il grande traguardo sarebbe arrivare a Sanremo Giovani. Nel frattempo, a Milano mi iscriverò all’università, in particolare studierò comunicazione, media e pubblicità allo Iulm: la musica è parte di me ed è fondamentale, ma anche lo studio».

Francesca Pinaffo

Banner Gazzetta d'Alba