Un riconoscimento alle aziende agricole che promuovono l’integrazione degli immigrati

 1
L'ex sindaco di Caramagna e vicepresidente della provincia di Cuneo

CUNEO L’edizione 2021 del Premio Mario Riu sarà dedicata al lavoro e all’impresa dell’accoglienza, temi per cui il compianto assessore provinciale si è sempre battuto. Il riconoscimento collettivo e simbolico, intitolato alla memoria dell’ex sindaco di Caramagna, premierà giovedì 11 novembre alle 17.30, nel Salone d’onore del Comune, alcune aziende rappresentative del mondo agricolo, distintesi nel promuovere l’integrazione e ascoltare i diritti degli immigrati.  Il presidente dell’associazione che organizza l’evento, Andrea Alfieri, ha infatti spiegato: «Il premio è stato pensato per le imprese che si basano sul lavoro degli immigrati, che combattono l’illegalità contro chi viola leggi e norme, che ascoltano e provvedono alle loro esigenze, che ne fanno cittadini proprio in quanto lavoratori».

La cerimonia, che sarà l’occasione per una riflessione sulle donne e sugli uomini che cercano in Italia un futuro migliore per sé e per le loro famiglie, vedrà la partecipazione dello scrittore camerunense Yvan Sagnet, attivista impegnato contro il
caporalato con l’associazione No cap, e Roger Davico, presidente della sezione di Cuneo dell’Associazione nazionale oltre le frontiere (Anolf), ideatore del docufilm Siamo qui da vent’anni, uno spaccato sulle comunità straniere da tempo radicate sul territorio.

Lorenzo Germano

 

Banner Gazzetta d'Alba