Elezioni provinciali, Alba senza candidati di maggioranza

Rinnovo del Cda di Ubi banca, Sindacato azionisti,Patto dei mille e fondazione Cassa di risparmio di cuneo presentano la lista

ALBA Ultimi giorni di campagna elettorale prima del voto di sabato 18 dicembre che permetterà di rinnovare il consiglio provinciale.  Sono in ballo 12 posti per 42 candidati, suddivisi in quattro liste.  Dopo l’elezione del Consiglio provinciale non cambierà la presidenza: Federico Borgna terminerà il suo mandato nel 2022.

Dalle parti di piazza Duomo trapelano malumori per la poca rappresentanza nel centrodestra con l’unica candidatura forte per il territorio dell’uscente Massimo Antoniotti, consigliere comunale di Borgomale. La maggioranza di Alba non sarà rappresentata e l’unico dei 42 candidati a rappresentare la città sarà il consigliere Rosanna Martini nelle file della lista vicina al centrosinistra.

Il Consiglio provinciale in carica dal 2018
Il Consiglio provinciale in carica dal 2018

Troppo poco per il secondo centro per numero di abitanti che, insieme a Cuneo, gode di voti più pesanti, in virtù dell’indice di ponderazione legato alla percentuale di popolazione rappresentata. Il corpo elettorale della Granda conta 2.812 elettori tra sindaci e consiglieri comunali, suddivisi in più fasce in base al numero degli abitanti: ogni votante di Alba e Cuneo esprime 252 volti; sindaco e consiglieri di Bra, assieme agli altri Comuni che hanno da 10.001 a 30mila abitanti, avranno a disposizione 183 voti ciascuno; la fascia fino a 10mila abitanti avrà un peso di 88; quella fino a 5mila 49 mentre sono 14 i voti assegnati agli elettori dei paesi che hanno meno di 3mila abitanti.

In extremis è stato aggiunto il seggio di Alba (in Municipio) per la zona di Langhe e Roero per esprimere la propria preferenza dalle 8 alle 20. Le operazioni di scrutinio partiranno alle ore 8.30 di domenica 19 dicembre sia nella sede della Provincia a Cuneo, sia nella sottosezione distaccata di Alba.

Ecco tutte le liste in base all’ordine di sorteggio da cui usciranno i 12 consiglieri provinciali:

Piccoli Comuni della Granda:

  • Giovanni Gatti, sindaco di Moretta;
  • Daniela Costamagna, sindaco di Vottignasco;
  • Katia Nicoletta Disderi, consigliere comunale di Revello;
  • Francesca Reitano, consigliere comunale di Cardè;
  • Maurizio Rignon, vicesindaco di Castelmagno;
  • Giuseppe Sarcinelli, sindaco di Villafalletto.

Granda in azione (Azione di Calenda):

  • Pietro Danna, consigliere provinciale uscente e consigliere di Monastero Vasco;
  • Lorenzo Busciglio, sindaco di Beinette;
  • Vincenzo Pellegrino consigliere comunale a Cuneo;
  • Silvio Artusio Comba, sindaco di Monticello d’Alba;
  • Marco Dessi, consigliere comunale a Celle Macra;
  • Ivana Casale, assessore di Manta;
  • Daniela Pioppi, consigliere comunale di Roccaforte Mondovì;
  • Francesca Policriti, consigliere comunale di Roccabruna;
  • Daniela Sandrone, consigliere comunale di Dogliani;
  • Sismia Selvaggia Spertino, consigliera comunale di Trinità;
  • Francesco Papalia, consigliere comunale di Borgo San Dalmazzo;
  • Emanuele Sottimano, sindaco di Niella Belbo.

Ripartiamo dalla Granda (centrodestra):

  • Massimo Antoniotti, consigliere provinciale uscente e consigliere a Borgomale;
  • Marco Bailo, sindaco di Magliano Alpi;
  • Isaac Carrara, consigliere a Garessio;
  • Roberto Cilluffo, consigliere a Martiniana Po;
  • Annalisa Ghella, sindaco di Neive;
  • Simona Giaccardi, presidente del Consiglio comunale di Fossano;
  • Sharon Giraudo, vicesindaco di Valdieri;
  • Dario Nero, consigliere di Cavallermaggiore;
  • Antonio Panero, vicesindaco di Centallo;
  • Federica Raviolo, assessore a Viola;
  • Stefano Rosso, vicesindaco di Sommariva Perno;
  • Graziella Viale, vicesindaco di Roaschia.

La nostra Provincia (centrosinistra):

  • Mauro Astesano, sindaco di Dronero;
  • Milena Caraglio, consigliere a Vernante;
  • Silvano Dovetta, sindaco di Venasca e presidente dell’Unione Montana Valle Varaita;
  • Loris Emanuel, sindaco di Moiola e presidente dell’Unione montana Valle Stura;
  • Flavio Manavella, vicepresidente uscente e consigliere a Bagnolo;
  • Rosanna Martini, consigliere di Alba;
  • Anna Maria Molinari, consigliere provinciale uscente e vicesindaco di Castelletto Uzzone;
  • Davide Sannazzaro, sindaco di Cavallermaggiore;
  • Rosita Serra, consigliere provinciale uscente e consigliere a Fossano;
  • Bruna Sibille, consigliere comunale di Bra, ex assessore provinciale e regionale;
  • Domenico Sperone, consigliere a Canale d’Alba;
  • Sara Tomatis, consigliere comunale a Cuneo.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba