Turismo, in quattro mesi 1,7 milioni di visitatori italiani in Piemonte

Turismo, Italia perde metà presenze 2020. Effetto Covid, bruciati oltre 16 miliardi di spesa
Una delle immagini scelte dal sito www.bookingpiemonte.it per illustrare Langhe e Roero.

TORINO Un nuovo modo di leggere i flussi turistici, in tempo reale, sviluppato da Piemonte Turismo e Vodafone Italia, in collaborazione con l’Università di Salisburgo. Proprio grazie alla rete Vodafone che copre il 95% della popolazione e oltre 800 comuni piemontesi è stato possibile rilevare il numero di turisti presenti, da maggio a ottobre 2015. Un modello che in futuro potrà essere perfezionato ed esteso a livello nazionale fornendo un utile strumento di monitoraggio dei flussi turistici.

ecomaratona Turisti a Barbaresco 1

 

Venendo ai dati raccolti: sono stati oltre 1,7 milioni i turisti italiani che hanno visitato il Piemonte nei quattro mesi di monitoraggio. Lombardia e Liguria sono le regioni da cui è arrivato il maggior numero di visitatori italiani; Svizzera, Francia e Germania, invece, i principali paesi di provenienza dei turisti stranieri. La maggioranza degli stranieri si è fermata in Piemonte per meno di 3 giorni, mentre gli italiani sono rimasti fino a 4 giorni. Torino è la meta principale dei flussi turistici regionali, in particolare di quelli provenienti dall’estero: il 45% degli stranieri che visitano Torino, passano nel capoluogo piemontese i due terzi del proprio tempo in Italia.

Il servizio sui flussi turistici che nel 2015 hanno interessato il territorio sabaudo, comprese le colline di Langhe e Roero, sarà pubblicato sul numero di Gazzetta d’Alba disponibile in edicola e in formato digitale a partire da martedì 5 aprile.

m.p.

Banner Gazzetta d'Alba