Asti-Cuneo: pressing sul Governo dal Tavolo delle autonomie

Asti-Cuneo: pressing sul Governo dal Tavolo delle autonomie 1

ALBA Il Tavolo delle autonomie, riunito all’Aca, rihiama le varie anime della Provincia e della Regione per lavorare unite all’Asti-Cuneo. A fare gli onori di casa il presidente dell’Aca Giuliano Viglione che ha passato il microfono a Bruna Sibille: a lei è toccato il compito di relazionare sull’incontro con il ministro Danilo Toninelli, che non è stato in grado di dare garanzie. «Aspettiamo 20 giorni, poi siamo pronti alla lotta», ha concluso il sindaco di Bra.

Asti-Cuneo: pressing sul Governo dal Tavolo delle autonomie

Il presidente della provincia Federico Borgna ha aggiunto: «Il cross financing autorizzato dall’Ue permette di partire subito col cantiere, dopo aver ottenuto il via libera dal Cipe. Al momento l’iter è fermo: ogni giorno di ritardo costa ai cuneesi 300mila euro, senza contare le vittime della strada». Il presidente della Regione Sergio Chiamparino ha ribadito ai parlamentari: «Interrogate sistematicamente il ministro».

A chiudere Alberto Cirio, che ha incalzato il consigliere regionale M5s Mauro Campo: «Spiegaci che cosa vuole fare il ministro. Aiutaci a instaurare un rapporto con il Governo. Il Piemonte paga a Roma 10 miliardi di tasse in più di quanti ne riceve. Teniamoceli e ce ne costruiamo una al mese di autostrada!».

m.p.

Banner Gazzetta d'Alba