Bossolasco, Paroldo e Castelletto puntano ai fondi per le borgate

Un albergo diffuso tra le case di pietra
Il museo sorgerà nelle case di pietra di borgata Cavallini

ALTA LANGA Il Consiglio dell’Unione montana ha individuato le località da candidare al bando regionale previsto nell’ambito del Psr per il miglioramento di strutture e infrastrutture culturali e ricreative nelle borgate montane. La somma a disposizione è di 12 milioni di euro. La Regione ha stabilito il numero massimo di interventi che potranno concorrere al bando, tenendo conto della superficie di territorio e della popolazione e ha affidato alle Unioni montane il compito di individuare le candidature da presentare. Per l’alta Langa erano previste tre designazioni e la scelta è caduta su Bossolasco, Castelletto Uzzone e Paroldo. L’approvazione da parte del Consiglio dell’ente è avvenuta con 24 voti favorevoli, nessuno contrario e le tre astensioni dei sindaci dei Comuni coinvolti.

Una giornata naturalistica a Bossolasco alla scoperta delle orchidee selvatiche
Un’immagine aerea del suggestivo centro storico di Bossolasco.

Bossolasco è interessato al bando per il centro storico, dove il Comune intende procedere al completamento della pavimentazione e al recupero dell’edificio che un tempo ospitava il Municipio per adibirlo a sede di iniziativa culturali e turistiche. Anche Castelletto Uzzone partecipa al bando candidando il concentrico, in particolare la zona della cosiddetta borgata Palazzo, dove si prevedono diversi interventi di riqualificazione. La candidatura di Paroldo punta invece su borgata Cavallini, dove l’Amministrazione comunale intende intervenire realizzando un museo della pastorizia e creando un albergo diffuso.

Corrado Olocco

Banner Gazzetta d'Alba