Studente-apprendista per l’istituto Cillario di Cortemilia

Studente-apprendista  per l’istituto Cillario di Cortemilia

CORTEMILIA L’istituto superiore Piera Cillario, dove è attivo l’indirizzo sulle produzioni artigianali e industriali per il made in Italy, ha concluso con un’azienda del territorio, la Comind di Castelletto Uzzone, leader nella fabbricazione di macchinari industriali, il primo contratto di apprendistato scuola-lavoro. Simone Molinari, alunno di quinta, è stato assunto dall’azienda, iniziando un percorso formativo specializzato che lo colloca nella posizione di lavoratore-studente, con lo scopo di concludere il suo percorso scolastico in modo competente e di sviluppare un futuro lavorativo di successo.

La programmazione che seguirà Molinari sarà quella dei compagni, ma le conoscenze teoriche saranno applicate e consolidate in ambito lavorativo, sviluppando competenze che l’azienda ritiene necessarie per la propria attività. La responsabile della scuola cortemiliese, Claudia Canonica, è particolarmente soddisfatta: «È un traguardo molto importante, che testimonia la bontà del percorso sperimentale attivato cinque anni fa. I ragazzi di quinta saranno i primi tecnici diplomati in produzioni artigianali e il collegamento con le aziende del territorio è particolarmente attivo».

L’apprendistato per il conseguimento del diploma è un’opportunità ancora poco conosciuta. «È cambiato lo scenario per quanto riguarda il contratto di apprendistato, che ora può entrare nel mondo della scuola, consentendo ai ragazzi il doppio status di studenti e lavoratori, con ore di formazione in azienda e nei laboratori», sottolinea la dirigente scolastica, Paola Boggetto.

Destinatari dell’iniziativa sono i giovani tra 15 e 25 anni, iscritti al quarto o quinto anno in istituzioni scolastiche superiori piemontesi, assunti con contratto di apprendistato presso unità situate sul territorio regionale.

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba