Bruno Caccia, ucciso per il futuro, oggi a Torino si parla delle inchieste in corso

Bruno Caccia, ucciso per il futuro, oggi a Torino si parla delle inchieste in corso
Il procuratore Bruno Caccia in un’immagine fornita dalla famiglia

TORINO Oggi, sabato 18 maggio alle 15 nella sala Norberto Bobbio in via Corte d’Appello 16 a Torino, il Movimento agende rosse, in collaborazione con la Commissione comunale consiliare speciale di promozione della cultura della legalità e del contrasto dei fenomeni mafiosi, organizza , la conferenza Bruno Caccia, ucciso per il futuro.

L’obiettivo dell’incontro sarà quello di fare il punto sulle inchieste in corso sull’omicidio del giudice Caccia e far comprendere l’importanza nonché l’attualità del lavoro del procuratore Caccia per la città di Torino, luogo in cui la criminalità organizzata ha messo solide radici già dai primi anni settanta intessendo rapporti anche all’interno delle Istituzioni.

All’incontro prenderanno parte: la giornalista Antonella Beccaria; Paola Caccia, figlia del procuratore, Fabio Repici, avvocato dei familiari di Bruno Caccia, il magistrato Mario Vaudano e Davide Mattiello, consulente della Commissione parlamentare antimafia.

Banner Gazzetta d'Alba