500 kg di alimenti surgelati sequestrati perché conservati a quasi +30 gradi

Commercialista cuneese arrestato dalla squadra mobile 1

Cinquecento chili di alimenti surgelati destinati all’alimentazione umana per i quali è stata dichiarata l’inidoneità al consumo e disposta la distruzione. Accade nei pressi del casello autostradale di Niella Tanaro, lo scorso 10 luglio una pattuglia della Polstrada della Sezione di Mondovì ha scoperto durante controlli di routine il malfunzionamento del vano frigo di un tir adibito al trasporto di surgelati: le derrate che, secondo il regolamento, dovevano viaggiare a – 18 gradi non solo si erano “scongelate” ma si trovavano a una temperatura di quasi 30 gradi. L’autista, dipendente di una ditta attiva nel settore alimentare con sede a Domodossola e’ stato sottoposto a una sanzione pecuniaria di 1.032 euro per l’errata conservazione della merce.

Davide Gallesio

Banner Gazzetta d'Alba