Presidio sotto il comune in solidarietà a Carola Rackete, comandante Sea Watch

Presidio sotto il comune in solidarietà a Carola Rackete, comandante Sea Watch 2

ALBA Si è tenuto ieri, martedì 2 luglio, il sit-in davanti al municipio di Alba, per testimoniare la solidarietà al capitano Carola Rackete e ai passeggeri della nave Sea Watch 3, sbarcati il 28 giugno a Lampedusa.

Il sit-in pacifico è stato promosso dai giovani di Azione democratica albese affiancati dai componenti di altre associazioni attente ai diritti umani e ha ottenuto anche l’appoggio della Diocesi di Alba.

Presidio sotto il comune in solidarietà a Carola Rackete, comandante Sea Watch 1

«Sono qui perché mi schiero in una delle due Italie ormai evidenti», ha detto un manifestante. «Scelgo quella del soccorso e dell’aiuto ai deboli, dell’empatia. Scelgo l’Italia che si contrappone all’odio e alla discriminazione. Anche Alba può fare qualcosa, dal basso, dalla provincia, per resistere alla propaganda di un governo dell’intolleranza».

Presidio sotto il comune in solidarietà a Carola Rackete, comandante Sea Watch

Banner Gazzetta d'Alba